5 consigli per incoraggiare il tuo piccolo pescatore

Scritto da Jane Warren

I bambini oggi spesso trascorrono più tempo dentro che fuori e pensano che la vita senza un videogioco non sia possibile. In effetti, l’unica esperienza di pesca che alcuni bambini hanno è giocare a Fly Fishing sulle loro console Wii. Quindi, come puoi convincere i tuoi bambini ad avventurarsi all’aria aperta, mettere giù il controller di gioco e raccogliere una vera canna da pesca?

Di recente abbiamo avuto i miei pronipoti e nipoti in visita con noi per diverse settimane. Ho fatto molti sforzi per assicurarmi che i bambini fossero attivi all’esterno quando possibile. Parte del mio ragionamento era a loro vantaggio, e parte era per la mia sanità mentale! C’è così tanto che potremmo fare dentro da vicino. E siamo fortunati che mia sorella viva su un lago e abbiamo la possibilità di andare in barca e pescare.

Rendere l’esperienza divertente e interessante farà sì che i tuoi figli scelgano effettivamente la vita all’aria aperta rispetto ad altre attività e insegneranno loro abilità che dureranno per tutta la vita.

5 consigli per il successo
Ecco alcuni semplici passaggi per garantire il successo della tua battuta di pesca:

1. Inizia facilmente: Ciò significa che tutto ciò di cui hai bisogno sono dei materiali molto basilari; una canna, un gancio, un peso e dei vermi. Questi sono elementi che i bambini possono capire e consentiranno loro di avere una solida conoscenza di cosa sia la pesca. Il bob aiuterà anche i bambini a comprendere visivamente dove si trova la loro esca, cosa sta succedendo con l’esca e cosa succede quando prendi un morso!

2. Metti l’accento sulla cattura: È importante porre l’accento sul pescato, non sul tipo di pesce catturato o sulle dimensioni del pesce. I bambini hanno bisogno di azione per mantenerli interessati. Per questo motivo, dovresti portare i tuoi bambini in un luogo di pesca dove ci sarà un numero elevato di morsi. Pesci come spigole, sunfish e bluegill tendono a essere prevalenti in acque poco profonde, quindi sono abbastanza facili da trovare. I laghi sono un buon posto per trovare questi pesci e iniziare la tua avventura di pesca.

3. Offri molto incoraggiamento: I bambini hanno bisogno di lodi e incoraggiamento. Naturalmente, è un dato di fatto che faranno brutti lanci, perderanno l’esca, perderanno un paio di ami e persino lanceranno la canna un paio di volte. Questo è del tutto normale e c’è da aspettarselo. Non essere frustrato con loro. Invece, offri molto incoraggiamento e fai sapere loro che l’hai fatto tu stesso una o due volte. Se noti che stanno facendo qualcosa di sbagliato, correggili in modo costruttivo in modo che capiscano come cambiare in meglio.

4. Non riguarda te: Potresti avere un’intera fantasia in mente su come vuoi che sia la tua prima battuta di pesca: tutti catturano pesci, ogni cast è perfetto e le risate non si fermano. Mentre questo è certamente possibile, è anche possibile che accada il contrario. Se i tuoi figli decidono di voler nuotare o andare in barca con i tubi dopo pochi minuti di pesca, lascia che lo facciano. È importante che si divertano. A lungo termine ricorderanno il viaggio come piacevole e vorranno tornarci.

5. Rendilo un’esperienza di apprendimento: Oltre a essere una “uscita divertente”, usala come esperienza educativa. Ad esempio, quando tuo figlio cattura un pesce, mostraglielo e spiegagli come nuota e respira. Puoi anche insegnare ai tuoi figli come catturare e rilasciare e spiegare che così facendo, consenti a quel pesce di riprodursi per ripopolare la specie.

Come sempre con la pesca, non ci sono garanzie. Ricorda, i bambini saranno bambini, quindi è importante lasciarli imparare ed esplorare a modo loro. Seguire i passaggi precedenti aumenterà le probabilità che tuo figlio si interessi all’hobby, oltre che alla natura. Soprattutto, rilassati e divertiti! Dopotutto, la parte migliore dell’esperienza è trascorrere del tempo di qualità all’aria aperta con la tua famiglia.


Potrebbe piacerti anche

Stefania Vatalaro

Stefania Vatalaro

Stephanie Vatalaro è vicepresidente delle comunicazioni per la Recreational Boating & Fishing Foundation e le sue campagne Take Me Fishing e Vamos A Pescar, dove lavora per reclutare nuovi arrivati ​​alla pesca ricreativa e alla nautica e aumentare la consapevolezza della conservazione acquatica. Stephanie è cresciuta nelle Florida Keys come figlia di una guida alla pesca di appartamenti. Al di fuori del lavoro, puoi trovarla a pescare e andare in barca con la sua famiglia sul fiume Potomac nel Northern Neck of Virginia.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *