Alcuni importanti suggerimenti per l’identificazione dei pesci d’acqua dolce

Una parte importante della pesca è solo sapere quali tipi di pesci d’acqua dolce hai catturato. L’identificazione dei pesci può essere complicata a seconda di dove stai pescando. In generale, più grande è il corpo idrico, più diversificata è la comunità ittica. Uno stagno di fattoria può avere solo tre o quattro specie, mentre un sistema fluviale potrebbe contenere cento tipi di pesci d’acqua dolce. Ecco alcuni suggerimenti per l’identificazione dei pesci d’acqua dolce.

Il colore del pesce può essere utile, ma non dovrebbe essere l’unica caratteristica per l’identificazione delle specie di pesci d’acqua dolce. Fattori dell’habitat come la torbidità dell’acqua e il tipo di vegetazione possono influenzare il colore di una specie. I nomi dei pesci possono anche essere fuorvianti in quanto un pesce luna verde può avere “branchie” blu (opercolo) più distinte rispetto al bluegill e un crappie nero potrebbe non apparire più scuro di un crappie bianco.

L’approccio più importante per l’identificazione dei pesci d’acqua dolce è l’esame dell’effettiva anatomia dei pesci. Non tutti i pesci sono costruiti allo stesso modo. Alcuni pesci hanno evidenti caratteristiche distintive come i “baffi” su qualsiasi pesce gatto. Prendi nota anche di altre proporzioni come il rapporto tra lunghezza e altezza e le dimensioni e la forma della bocca e della pinna. Ad esempio, un pesce gatto a testa piatta avrà il labbro inferiore che sporge oltre la parte superiore.

Molti pesci d’acqua dolce hanno caratteristiche distintive più sottili. Consulta il nostro strumento guida all’identificazione dei pesci d’acqua dolce per esplorare diversi tipi di specie di pesci d’acqua dolce e “estrarre” il tipo esatto di pesci d’acqua dolce. Ad esempio, per determinare se si tratta di un crappie bianco o nero, conta le spine dorsali. Il crappie nero ha 7 o 8 spine dorsali, mentre il crappie bianco di solito ne ha solo 6. Con la pratica, potresti persino essere in grado di identificare ibridi come la croce walleye/sauger, il saugeye, che mostra le caratteristiche di entrambi.

Imparare l’identificazione dei pesci d’acqua dolce aiuta a condividere l’ammirazione di ogni specie con altri pescatori e persino a riconoscere le specie protette o invasive. Inoltre, è importante quando si tratta di normative. Quando rinnovi la licenza di pesca, ritira una copia del regolamento di pesca statale. Sebbene i nomi comuni possano variare a livello regionale, prestare attenzione ai nomi dei tipi di pesci d’acqua dolce elencati in quella pubblicazione per evitare problemi di regolamentazione e sapere dove pescare determinati tipi di pesci.

Andy Whitcomb

Andy Whitcomb

Andy è uno scrittore all’aperto (http://www.justkeepreeling.com/) e papà stressato ha contribuito con oltre 380 blog a takemefishing.org dal 2011. Nato in Florida, ma cresciuto sulle rive degli stagni delle fattorie dell’Oklahoma, ora insegue lucci, spigole e steelhead in Pennsylvania. Dopo aver conseguito una laurea in zoologia presso l’OSU, ha lavorato in incubatoi ittici e come tecnico di ricerca sulla pesca presso l’OSU, Iowa State e Michigan State.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *