Amore della carpa

La carpa comune è così ampiamente distribuita che spesso dimentichiamo che è una specie non autoctona. Buona fortuna a trovare un lago o un fiume senza che questi pesci che vivono sul fondo lo sguadino. In molti specchi d’acqua, le carpe costituiscono la maggioranza della biomassa dei pesci.

Sebbene molto apprezzata nella loro nativa Europa, la carpa comune rende scontrosi molti pescatori negli Stati Uniti. La ricerca ha dimostrato che le carpe sono dannose per le popolazioni ittiche autoctone e persino per gli uccelli acquatici e la selvaggina, sollevando costantemente i sedimenti del fondo.

Ma ci sono anche pescatori che amano la carpa. Andy Sutthoff, “Terminal Angler, Fly Tier, and Fly Casting Instructor”, è uno di questi pescatori a mosca in Ohio.

“Le carpe incarnano tutto ciò che amo di un vero pesce selvatico”, ha scritto. I “fantasmi d’oro”, come li chiama lui, sono “grandi, forti, intelligenti e diffidenti. Un minuto vedrai il pesce pedinare o nutrirsi nelle pianure poco profonde e il minuto dopo non c’è più, rilevando ovviamente la tua presenza o qualche pericolo a te attribuito”.

Le carpe hanno la reputazione di essere ossute e dal sapore forte, così raramente raccolte, almeno negli Stati Uniti In effetti, c’è una vecchia barzelletta sul mangiare la “tavola” su cui è stata cotta invece del pesce. Ma quando ho chiesto a Sutthoff se l’appetibilità è una delle ragioni per cui le carpe sono sottoutilizzate, ha riso.

“Alcuni giurano quanto sia deliziosa la carne della carpa se preparata nel modo giusto”, ma ha aggiunto: “Non ho intenzione di scoprirlo”. 🙂

Quando penso alla pesca urbana, penso alla carpa. Tolleranti alla scarsa qualità dell’acqua e alle alte temperature, si trovano in luoghi in cui altri pesci non possono sopravvivere. Sono qui per restare. E, trascurato dalla maggior parte dei pescatori. Perché non provare a catturare una carpa?


Potrebbe piacerti anche

Andy Whitcomb

Andy Whitcomb

Andy è uno scrittore all’aperto (http://www.justkeepreeling.com/) e papà stressato ha contribuito con oltre 380 blog a takemefishing.org dal 2011. Nato in Florida, ma cresciuto sulle rive degli stagni delle fattorie dell’Oklahoma, ora insegue lucci, spigole e steelhead in Pennsylvania. Dopo aver conseguito una laurea in zoologia presso l’OSU, ha lavorato in incubatoi ittici e come tecnico di ricerca sulla pesca presso l’OSU, Iowa State e Michigan State.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *