Barche che non rompono la banca

Per molti pescatori, le barche aggiungono una nuova dimensione alla pesca. Ci consentono di raggiungere aree diverse che non possiamo raggiungere con i nostri stivali. Le barche possono aiutarti a coprire più acqua e in molti casi ti permettono di portare con te alcuni amici in più. Le barche possono essere costose, ma non è necessario. Se stai pensando di acquistare una barca in questa stagione e sei preoccupato per il costo, ecco alcune cose da considerare.

1. Cerca uno scafo conveniente che corrisponda alle tue condizioni di pesca. Se stai pescando la spigola in uno stagno locale che non viene agitato dal tempo, non avrai bisogno di uno scafo a V modificato o profondo. Una barca in alluminio con fondo piatto andrà benissimo. Le barche in alluminio sono molto meno costose delle barche in fibra di vetro, sono facili da curare e sono alimentate da motori di potenza inferiore. All’inizio, questi fuoribordo più piccoli costano molto meno rispetto ai loro fratelli maggiori e costano anche meno per funzionare. Un vantaggio marginale per una barca semplice è che non dovrai spendere molto tempo o denaro per armare i tuoi dispositivi elettronici, batterie e motori per pesca alla traina. Sono spalancati e accessibili e questo li rende il sogno di un fai-da-te.

2. Acquista usato. Ci sono molte buone barche usate là fuori, alcune delle quali rappresentano un ottimo affare. Se non hai familiarità con la selezione di una barca usata, assumi un geometra per dargli una volta. Ecco alcune guide di riferimento per i periti marini nella tua zona: Society of Accredited Marine Surveyors (SAMS) e National Association of Marine Surveyors (NAMS).

3. Barche più piccole, costi più contenuti. Ho due punti di vista sull’argomento in quanto riguarda i biglietti d’ingresso bassi. Innanzitutto, i prezzi delle barche aumentano con ogni piede in più, quindi mantenere la lunghezza ridotta significa avere commissioni più basse all’inizio. Ma in secondo luogo, se ritieni di tenere la barca per un po’, è meglio che tu vada con un’imbarcazione più grande. La logica è che non perderai soldi sulla rivendita della barca più piccola, il che è di per sé un risparmio sui costi. Se non sei sicuro di quale barca sia la migliore per te, dai un’occhiata allo strumento di selezione della barca per aiutarti a restringere le scelte.

4. Noleggia una barca. Se hai un budget limitato e vuoi andare in acqua, perché non noleggiare una barca? Ci sono molti porti turistici o livree di barche che noleggiano barche a ore, mezza giornata o intera giornata. Molti posti offrono una varietà di diversi tipi di barche da skiff, console centrali e barche a vela.

5. Assicurazione. Dopo aver acquistato una barca, sarai bombardato da programmi di assicurazione marittima. Prima di registrarti, controlla la politica del proprietario della tua casa. I motociclisti sono spesso disponibili a un costo aggiuntivo nominale e quelli possono risparmiare centinaia di dollari proprio lì.

Per ulteriori suggerimenti e risorse utili sulla nautica e l’acquisto di barche, dai un’occhiata


Potrebbe piacerti anche

Tom Keer

Tom Keer

Tom Keer è uno scrittore pluripremiato che vive a Cape Cod, nel Massachusetts. È editorialista di Upland Almanac, collaboratore della rivista Covey Rise, collaboratore sia di Fly Rod and Reel che di Fly Fish America e blogger per il programma Take Me Fishing della Recreational Boating and Fishing Foundation. Keer scrive regolarmente per oltre una dozzina di riviste all’aperto su argomenti relativi alla pesca, alla caccia, alla nautica e ad altre attività all’aperto. Quando non stanno pescando, Keer e la sua famiglia cacciano uccelli di montagna sui loro tre setter inglesi. Il suo primo libro, a Fly Fishers Guide to the New England Coast, è stato pubblicato nel gennaio 2011. Visitatelo a www.tomkeer.com o a www.thekeergroup.com.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *