Chris Lane sulla pesca con i suoi figli

Come ho già detto nel mio precedente blog, il “Super Bowl” della pesca si svolgerà questa settimana. Sono qui presente e vedo famiglie ovunque! Alcuni pescatori esperti, altri nuovi di zecca alla pesca. Ma tutti qui hanno la possibilità di vedere un lato diverso della pesca e incontrare alcuni pescatori esperti.

Durante una cena a base di panini barbecue, fagioli al forno e insalata di patate, Chris Lane, concorrente Bassmaster Classic 2014 e vincitore del Bassmaster Classic 2012, ha risposto ad alcune domande all’evento mediatico di giovedì.

Avete bambini?

“Sì. 2, 4, 10 e 12”. (Due ragazzi, due ragazze)

Stai allevando pescatori?

«È nel loro sangue», disse, sorridendo da un orecchio all’altro.

Come li hai iniziati a pescare?

“Bobber, bobina spincast. Per bluegill. Ma il bello di vivere sul lago Guntersville è che quando l’acqua si scalda, passeranno dal bluegill al bass.

Come hai imparato a pescare e chi te l’ha insegnato?

“Mio padre e mio nonno. Palo di canna. O anche solo un filo legato a un bastone. E poi ha aggiunto: “La pesca mi ha tenuto fuori dai guai”.

I tuoi figli diventeranno pescatori di tornei?

“Se vogliono. Ne sono consapevoli e cosa faccio. In effetti mio figlio di 12 anni mi picchia pescando tutto il tempo.

Che cosa?! Come può farlo?

“Penso che sia in parte il fatto che voglia battermi, quindi pesca più forte. Una grande chiave è “credere” nella tua esca. Lancerà uno Spook (esca topwater) tutto il giorno perché sa che funzionerà. È stato fantastico vederlo ampliare i fondamenti della pesca che gli ho insegnato”.

Peschi a scopo ricreativo?

“Scommetti. Non vedo l’ora di scendere nelle Everglades per pescare trote di mare, squali e snook. Anche a me piace mangiare il pesce”.


Potrebbe piacerti anche

Andy Whitcomb

Andy Whitcomb

Andy è uno scrittore all’aperto (http://www.justkeepreeling.com/) e papà stressato ha contribuito con oltre 380 blog a takemefishing.org dal 2011. Nato in Florida, ma cresciuto sulle rive degli stagni delle fattorie dell’Oklahoma, ora insegue lucci, spigole e steelhead in Pennsylvania. Dopo aver conseguito una laurea in zoologia presso l’OSU, ha lavorato in incubatoi ittici e come tecnico di ricerca sulla pesca presso l’OSU, Iowa State e Michigan State.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *