Come aumentare la creatività dei tuoi bambini in 30 lanci facili

Mi è piaciuta la scuola. È vero, alcune materie mi sono piaciute più di altre, ma non ho apprezzato lo stress associato all’apprendimento. Prendere buoni voti è sempre stato nella mia mente e mi sono sentito piuttosto stressato. Quando i miei voti erano pessimi passavo più tempo in biblioteca, ricevevo aiuto extra e studiavo con i miei amici. Il mio approccio allora era quello di lavorare di più.

In una classe, niente di quello che ho provato ha funzionato. Quando i voti di medio termine sono stati pubblicati, il “Blame Game” era in pieno svolgimento. È stata colpa della scuola, colpa dell’insegnante, colpa dei miei genitori, colpa mia, colpa del mio allenatore, e così via. Non è venuto fuori niente di buono da quell’approccio e le cose erano deprimenti.

Un giorno ho detto solo “scordatelo” (quello che ho detto era molto più eccitante, ma hai capito). Non davo più una fregatura se avessi bocciato la lezione, e dato che ero bravo con tutte le altre mie lezioni ho deciso che sarei andato a pescare sabato pomeriggio dopo la mia partita di football.

Abbiamo vinto la partita e sono andato al fienile per prendere la mia canna da spinning e alcuni cucchiai. Durante la mia passeggiata verso lo stagno, ho visto alcune anatre verde acqua e legno illuminarsi nel bosco allagato. Ho ascoltato il suono di alcune rane toro quando ho raggiunto il bordo dell’acqua e c’erano piccoli pesci esca che nuotavano nell’afflusso. Il sole era abbastanza caldo da farmi venire voglia di dimenticare la pesca e fare un pisolino.

Tuttavia, al mio primo lancio ho agganciato una discreta trota fario su un Kastmaster dorato. Ho indossato un Roostertail e pochi calchi dopo ho agganciato un piccolo basso. Diversi cast più tardi ho avuto un piccolo novellino e poi un altro basso. Dopo aver rilasciato il basso, ho improvvisamente saputo la risposta alla domanda sui compiti in classe che avevo buttato sul marciapiede. Ho sorriso quando ho ricevuto il risultato del mio prossimo test.

Non era che il materiale fosse troppo duro, era che mi ero troppo agitato. E da allora, quando sono stato sbalordito con il lavoro scolastico, con il lavoro regolare, con qualsiasi cosa, vado a pescare. È il modo perfetto per rilassarmi e concentrarmi nuovamente su ciò che è importante. Ho iniziato a farlo con i miei figli al liceo, e di conseguenza gli studi sono migliorati. Se i tuoi figli sono piatti, se hanno difficoltà a concentrarsi o se sono nervosi, portali a pescare. Si rilasseranno abbastanza in 30 lanci facili e il resto andrà a posto.


Potrebbe piacerti anche

Tom Keer

Tom Keer

Tom Keer è uno scrittore pluripremiato che vive a Cape Cod, nel Massachusetts. È editorialista di Upland Almanac, collaboratore della rivista Covey Rise, collaboratore sia di Fly Rod and Reel che di Fly Fish America e blogger per il programma Take Me Fishing della Recreational Boating and Fishing Foundation. Keer scrive regolarmente per oltre una dozzina di riviste all’aperto su argomenti relativi alla pesca, alla caccia, alla nautica e ad altre attività all’aperto. Quando non stanno pescando, Keer e la sua famiglia cacciano uccelli di montagna sui loro tre setter inglesi. Il suo primo libro, a Fly Fishers Guide to the New England Coast, è stato pubblicato nel gennaio 2011. Visitatelo a www.tomkeer.com o a www.thekeergroup.com.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *