Come capire le maree e la pesca può aiutarti a catturare la spigola

Una marea è la fluttuazione del livello del mare lungo la costa. Di solito ci sono due alte maree e due basse maree ogni giorno. Questo fenomeno prevedibile si verifica a causa dell’attrazione gravitazionale della luna e del sole. Comprendere le maree e la pesca in ciascuna area è della massima importanza.

I pesci d’acqua salata non sono gli unici pesci colpiti dalle maree. Gli estuari sono aree in cui si mescolano acqua dolce e acqua salata. Mentre imparavo a leggere le maree per la pesca, ho seguito tornei di spigola professionisti che a volte hanno eventi in aree influenzate dalle maree come il fiume Delaware vicino a Filadelfia, Pennsylvania e il Delta della California vicino a Stockton, California.

Se sei in vacanza e il tempo è limitato per la pesca lungo la costa, ti consigliamo di ricercare la pesca con la bassa marea e l’alta marea. Uno è migliore dell’altro? La risposta, come per gran parte della pesca, è “dipende”. In un evento Virginia River Bassmaster, la bassa marea era il luogo in cui si verificava l’azione. Tuttavia, l’alta marea è stata la migliore pesca in un torneo sul fiume Sacramento.

L’alta marea spinge bene l’acqua salata nei suoi tratti superiori. I pesci possono inseguire prede come granchi e persino uccelli nelle aree poco profonde, forse paludose, che potrebbero essere state asciutte poche ore prima. La bassa marea trascina tutto ciò che l’acqua può riportare in mare, spesso preda.

Comprendere le maree e la pesca e come la corrente e la direzione siano la chiave per il successo della pesca è fondamentale. Il basso di marea sa che la marea cambierà e approfitterà della situazione. I pescatori negli stati senza sbocco sul mare sperimentano questa alimentazione “su interruttore” nei bacini idrici quando l’acqua viene periodicamente rilasciata sotto la diga. Gli alimentatori opportunistici si posizioneranno vicino alle foci dei torrenti durante la bassa marea e lasceranno che l’acqua porti cibo ad esso. Bass utilizzerà qualsiasi struttura per posizionarsi in aree che conservano energia e creano punti di agguato.

Il tempismo è importante per capire le maree e la pesca. Puoi pescare in qualsiasi momento, ma fai attenzione alla direzione attuale e sappi che cambierà in un momento prevedibile e che potrebbe essere necessario riposizionarti per sfruttare al meglio il fenomeno della marea. Acquisisci familiarità con i grafici delle maree. Questi possono essere trovati online, o meglio ancora quando ottieni la tua licenza di pesca, prendine uno in un negozio di esche locale dove il proprietario può aiutarti a fornire i migliori consigli su dove essere e quando.


Potrebbe piacerti anche

Andy Whitcomb

Andy Whitcomb

Andy è uno scrittore all’aperto (http://www.justkeepreeling.com/) e papà stressato ha contribuito con oltre 380 blog a takemefishing.org dal 2011. Nato in Florida, ma cresciuto sulle rive degli stagni delle fattorie dell’Oklahoma, ora insegue lucci, spigole e steelhead in Pennsylvania. Dopo aver conseguito una laurea in zoologia presso l’OSU, ha lavorato in incubatoi ittici e come tecnico di ricerca sulla pesca presso l’OSU, Iowa State e Michigan State.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *