Come i colori sorprendenti degli uccelli canori li mettono a rischio

Gli uccelli canori luminosi e dai colori unici sono a maggior rischio di estinzione e hanno maggiori probabilità di essere scambiati come animali domestici, secondo i ricercatori che hanno riferito in Biologia attuale il 15 settembre. I ricercatori prevedono inoltre che quasi 500 specie di uccelli aggiuntive, la maggior parte delle quali vivono ai tropici, sono a rischio di scambi futuri in base alla loro colorazione unica e desiderabile.

“Il valore estetico è una parte importante del modo in cui le persone apprezzano la natura”, ha affermato Rebecca Senior della Durham University, Regno Unito. “Tuttavia, esiste un potenziale conflitto quando ciò che motiva alcune persone a proteggere determinate specie è la stessa cosa che fa desiderare ad altre persone di possedere loro. Gli uccelli canori sono molto ricercati nel commercio di animali domestici, in particolare per le loro belle canzoni. Tuttavia, gli uccelli canori possono anche essere straordinariamente colorati, un tratto molto desiderabile in altre specie comunemente commercializzate, come i pappagalli”.

Nel loro nuovo studio, Senior e colleghi, tra cui Brett Scheffers dell’Università della Florida, Gainesville hanno esplorato i ruoli antagonisti del valore estetico nella conservazione della biodiversità. Hanno usato nuove metriche di colore per valutare l’estetica di gruppi di uccelli, in tutto il mondo e l’albero della vita aviario.

Bali Myna, copyright Dubi Shapiro, dalle gallerie surfbirds

La loro analisi mostra che i tropici sono l’epicentro del colore degli uccelli, con rispettivamente il 91% e il 65% degli assemblaggi di uccelli canori più diversi e colorati in modo univoco. Riferiscono che il commercio di animali domestici, che colpisce il 30% di tutte le specie di uccelli, prende di mira gruppi di uccelli imparentati e di colore unico. Hanno continuato a identificare 478 specie di uccelli che potrebbero essere a rischio di scambi futuri in base ai loro colori accattivanti.

“Siamo rimasti sorpresi nel vedere la forza del gradiente latitudinale nel colore; anche quando si tiene conto del maggior numero di specie nei tropici, la diversità di colore nei tropici fa impallidire tutte le altre regioni”, ha detto Senior.

Mentre ci si potrebbe aspettare che blu, arancioni e gialli brillanti mettano a rischio le specie, i ricercatori sono stati anche sorpresi di scoprire che il bianco puro è un colore unico che si trova in molte specie ricercate, come la Bali Myna in via di estinzione. I risultati in generale evidenziano che le stesse caratteristiche di colore che rendono alcune persone disposte a viaggiare in tutto il mondo per dare un’occhiata a un uccello attraverso il binocolo, le mettono anche potenzialmente a rischio per il commercio di animali domestici. I risultati hanno importanti implicazioni per la conservazione.

“Capire cosa motiva il commercio è essenziale per identificare le specie a rischio che potenzialmente richiedono una protezione più proattiva dalla cattura”, ha affermato Senior. “Il commercio ha la capacità di essere regolamentato e gestito in modo sostenibile con una migliore comprensione di ciò che viene scambiato, nonché di dove e perché avviene il commercio. La perdita di specie colorate erode anche direttamente il valore estetico, il che è problematico perché, nel bene e nel male, è questo valore che spesso motiva e finanzia fondamentalmente gli sforzi di conservazione”.

Negli studi futuri, sperano di districare ancora più fattori che giocano nella variazione regionale nei modelli di commercio tra gli uccelli. Vorrebbero anche esplorare il ruolo del colore nel commercio di altri gruppi di animali e piante.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *