Come pescare la trota in un lago

Alcune delle migliori opportunità per catturare la trota nei laghi esistono all’inizio della stagione, quindi ecco alcuni consigli su come pescare la trota in un lago in questo momento. Se sei interessato a sapere come pescare la trota in uno stagno, tieni presente che molti degli stessi fattori ambientali sono all’opera, ma le dimensioni del corpo idrico significano che gli stagni si riscaldano più velocemente e i pesci vanno più in profondità prima.

Come e dove si scaldano i laghi

Dopo il ghiaccio fuori nel tardo inverno o all’inizio della primavera, i laghi iniziano a riscaldarsi in superficie. La trota può essere trovata a qualsiasi livello in questo momento e spesso si trova all’interno degli strati superiori, a 20 piedi o meno, di un lago o in acque poco profonde vicino alla riva.

Le aree vicino a scarichi termici, affluenti e coste rocciose spesso forniscono acqua più calda. La temperatura più calda in questo caso può essere di 46 gradi rispetto a 43 o 44 gradi nel resto del lago. Si possono trovare altre sacche d’acqua più calde del resto del lago e possono contenere pesci catturabili.

Focus sugli affluenti

Nella maggior parte dei laghi grandi e piccoli e in molti sequestri, gli sbocchi affluenti (insenature lacustri) svolgono un ruolo fondamentale nel comportamento delle trote e nel successo della pesca in primavera. Le specie di predatori e prede giungono nelle aree costiere influenzate dagli affluenti per la presenza di cibo e condizioni più confortevoli.

In primavera, fiumi, torrenti e gli sbocchi delle dighe a monte portano il deflusso che aiuta ad “aprire” il lago. Una pioggia calda è una benedizione per un grande specchio d’acqua che ha un grande affluente. A volte ci vogliono due o tre giorni prima che una pioggia calda e pesante abbia un impatto su un grande sistema lacustre. L’area più vicina all’affluente dell’insenatura, tuttavia, spesso si riscalda per prima e vale particolarmente la pena pescare se non è troppo fangosa. La circostanza migliore è un’insenatura con acqua limpida di qualche grado più calda che altrove.

Quando si pensa all’inizio della primavera e a come pescare la trota in un lago, non trascurare l’importanza di pescare dentro e vicino agli affluenti e ai loro dintorni e prestare attenzione all’influenza di una pioggia calda sull’attività delle trote.

Si noti inoltre che mentre i principali affluenti, o grandi flussi, hanno la maggiore influenza su un lago, anche piccole insenature e altre fonti di acqua potenzialmente calda sono buoni posti. Potrebbero non riscaldare una vasta area, ma possono comunque attirare piccoli foraggi e quindi trote in crociera per il cibo.

Troll per coprire il terreno

Quando le trote sono poco profonde all’inizio della stagione, possono essere catturate trainando, alla deriva con l’esca e lanciando dalla riva. La traina ti consente di coprire molto terreno e cercare pesci attivi e aggressivi, in particolare trote che non sono state spaventate o altrimenti infastidite da altri pescatori e diportisti. Sui grandi laghi, puoi diffondere le tue offerte di pesca alla traina e allontanarti dagli altri, specialmente nei fine settimana quando più pescatori pescano.

Alla deriva con esche vive

La pesca alla deriva è solitamente una proposta di esche vive. Molti pescatori hanno abbastanza successo con questa tecnica utilizzando il foraggio locale prevalente per l’esca, ma è lento e probabilmente meno produttivo rispetto alla pesca a traina di un’esca da una barca a motore. Nei laghi in cui è vietato l’uso del motore, la deriva può essere vantaggiosa in presenza di vento moderato e se si possono pescare più esche a diverse profondità e distanze dalla barca. Coprire l’acqua è sempre un problema, quindi più distribuisci le cose meglio è.

Come pescare la trota dalla riva

I pescatori a terra possono essere limitati a un punto, come un molo o un muro di rottura, e devono lanciare ripetutamente nella speranza di attirare un pesce in movimento e in arrivo. Questo può ripagare vicino alle aree di ingresso, dove l’acqua calda del fiume attira un numero significativo di pesci. È anche possibile “trollare” in un certo senso camminando su e giù per un muro di rottura, usando un sideplaner lanciabile per portare via la tua offerta.

Nei piccoli laghi, tuttavia, vale la pena essere mobili, concentrando gli sforzi di lancio vicino a punti prominenti, insenature, sponde ripide, coste costellate di rocce e massi, coste con forti dislivelli verso acque profonde e aree calde di baie e insenature. Questi sono gli stessi posti in cui lavoreresti trainando, con la differenza che puoi coprire molta più acqua in modo più completo in una barca.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *