Considerazioni sulla deposizione delle uova e sulla pesca del persico trota

Il successo del pescatore per l’atterraggio della spigola trota può essere notevolmente influenzato dall’attività di deposizione delle uova. Quando discutono dei modelli di esca, i pescatori del torneo Bassmaster spiegheranno il comportamento e la posizione dei bassi come “pre-spawn”, “spawn” o “post-spawn”.

Pre spawn. Quando la temperatura dell’acqua inizia a riscaldarsi, la spigola non sarà più “imbronciata” sul fondo di un lago freddo e potrebbe essere affamata. Infatti, in questo periodo, intorno al mese di marzo per gran parte del paese, vengono catturati molti dei spigole più grandi. Cominciano a “mettersi in scena”, cioè a spostarsi da acque profonde verso pianure di deposizione delle uova poco profonde. Un crankbait lipless può essere un’ottima esca in questo periodo dell’anno e quasi non puoi sbagliare con uno spinnerbait tutto l’anno.

Produrre. Quando l’acqua si avvicina a circa 55 gradi, le spigole si stanno concentrando sulla deposizione delle uova e le grandi femmine potrebbero non essere dell’umore giusto per mangiare. I tempi di questa attività variano notevolmente. Ad esempio nel Missouri, può essere da aprile a giugno. Prendere di mira la spigola sui nidi è controverso in quanto ci sono prove che la rimozione di una spigola da un nido, anche per un breve periodo, può comportare l’incursione del nido, forse da parte del bluegill. In acque limpide, le depressioni poco profonde create dalle spigole nelle aree di piccola ghiaia sono un facile bersaglio per i pescatori, ma può essere una sfida far mordere questi pesci. Esche di plastica bianca e morbida possono eventualmente infastidire il branzino, ma potrebbe colpire non per mangiare ma per rimuovere i parassiti dal nido.

Post spawn. Questo può essere un momento difficile per catturare la spigola perché ci vuole del tempo prima che la spigola si riprenda dall’attività di deposizione delle uova. La spigola catturata durante o subito dopo la deposizione delle uova può avere pinne rossastre o sbrindellate rivelatrici per aver rimosso ghiaia e detriti dal nido. Alla fine i bassi avranno di nuovo fame e tutte le esche tradizionali (topwater, plastica morbida, crankbait, ecc.) funzioneranno di nuovo. La soluzione migliore potrebbe essere quella di iniziare visitando quelle stesse aree di transizione dei pesci che hai pescato durante il pre-spawn.

In questo momento, gran parte della metà settentrionale del paese si trova in quello che forse si potrebbe chiamare “pre-pre-pre-spawn”. Le tecniche dell’acqua fredda continuano a produrre mentre il ghiaccio si ritira. Tuttavia, l’attività cambierà presto. Controlla qui per ulteriori suggerimenti per assicurarti di essere pronto.


Potrebbe piacerti anche

Andy Whitcomb

Andy Whitcomb

Andy è uno scrittore all’aperto (http://www.justkeepreeling.com/) e papà stressato ha contribuito con oltre 380 blog a takemefishing.org dal 2011. Nato in Florida, ma cresciuto sulle rive degli stagni delle fattorie dell’Oklahoma, ora insegue lucci, spigole e steelhead in Pennsylvania. Dopo aver conseguito una laurea in zoologia presso l’OSU, ha lavorato in incubatoi ittici e come tecnico di ricerca sulla pesca presso l’OSU, Iowa State e Michigan State.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *