Cosa dovresti sapere sull’equilibratura di una canna da pesca

Quando si guarda a una nuova canna, mulinello o pacchetto di canna e mulinello, viene fuori l’argomento del bilanciamento di una canna da pesca mentre si accoppiano questi due componenti essenziali degli attrezzi da pesca. Il tema dell’equilibratura di una canna da pesca, o dell’attrezzatura bilanciata in generale, comprende in realtà due questioni diverse.

1. Canna e mulinello abbinati

La prima è la questione di come abbinare correttamente una canna specifica con un mulinello specifico. Le persone spesso si riferiscono all’avere il mulinello giusto per una certa canna come “attrezzatura bilanciata”, quando in realtà significano abbinare correttamente questi prodotti in modo che il pacchetto risultante sia comodo da usare e aiuti a ottenere le necessarie funzioni di lancio, recupero, rilevamento degli scioperi e regolazione dell’amo .

Questo termine significa che la canna e il mulinello dovrebbero completarsi a vicenda ed essere adatti per l’uso insieme. Non useresti un piccolo mulinello ultraleggero con una canna ad azione media. Né useresti un grande mulinello in grado di contenere 200 iarde di lenza da 12 libbre con una canna leggera pensata per una linea da 4 a 8 libbre. Anche riempire quel grande mulinello con un filo da 6 libbre non è una soluzione, perché non è così progettato e avresti comunque un mulinello troppo grande per un uso confortevole con quella particolare canna.

Quando la canna e il mulinello sono abbinati correttamente, la canna non dovrebbe essere né troppo pesante nella sezione della punta né troppo pesante nel manico. Se un mulinello è troppo pesante o troppo leggero per una particolare canna, la distanza di lancio e la precisione saranno ridotte, così come il rilevamento dei colpi. Ciò è particolarmente vero con gli attrezzi da spinning.

Per vedere se la canna e il mulinello sono bilanciati correttamente, seleziona prima una canna, quindi abbina il mulinello ad essa. Usando una canna da spinning come esempio, con un mulinello montato sulla canna (senza esca legata), tieni la canna con lo stelo del mulinello tra il mignolo e l’anulare, o con lo stelo del mulinello tra l’anulare e il medio. Scegli quello che ti è più comodo. Se l’attrezzatura è bilanciata, nel primo esempio il punto di equilibrio sarà il punto in cui il dito medio tocca il manico dell’asta, e nel secondo esempio il punto di equilibrio sarà il punto in cui l’indice tocca il manico dell’asta.

Se l’asta è correttamente bilanciata, sarai in grado di tenere l’asta con un dito nel punto di equilibrio e l’asta rimarrà in piano, senza inclinarsi in nessuna delle direzioni. Ciò vale per la gamma generale di attrezzatura da spinning, ad eccezione degli abiti pesanti.

Per inciso, alcuni produttori offrono combinazioni di canna e mulinello in cui hanno abbinato la canna e la bobina per l’idoneità l’una con l’altra, quindi non devi preoccuparti di bilanciare una canna da pesca. Questi sono generalmente ben bilanciati e hanno un prezzo scontato per l’acquisto dei componenti separatamente.

2. Aggiunta di peso all’asta

Il secondo problema in materia di bilanciamento di una canna da pesca ha a che fare con la modifica di una canna per cambiare il punto di equilibrio. Questo potrebbe essere desiderabile a seconda del tuo metodo di pesca. Alcune esche, come vermi e jig, vengono pescate con la canna rivolta verso l’alto e l’equilibrio è particolarmente critico nel recupero per il rilevamento degli attacchi. Altri, come i crankbait e gli spinnerbait, vengono pescati con la punta rivolta verso il basso e l’equilibrio non è così critico durante il recupero. Ecco perché molte canne sono progettate per applicazioni specifiche.

Detto questo, se hai una canna con la punta pesante con il mulinello a cui è abbinata (la punta cade quando la tieni al punto di equilibrio), o vuoi lanciare esche/pesi pesanti ulteriormente, puoi farlo aggiungendo peso fino al fondo dell’asta. Questo sposta il punto di equilibrio più in basso lungo l’impugnatura dell’asta.

Un metodo per ottenere ciò è posizionare da uno a quattro quarti sul fondo di un calciolo che viene quindi premuto sull’estremità del manico dell’asta. Assicurati che il tappo del calcio aderisca bene. Un altro metodo è acquistare un kit di bilanciamento dell’asta composto da pesi e un calciolo. Metti uno o più pesi nel cappuccio e mettilo sopra il calcio della canna.

Quando stai considerando come bilanciare una canna da pesca, renditi conto che ciò che funziona, o ti fa sentire a tuo agio, per una persona potrebbe non funzionare per un’altra a causa delle differenze nella dimensione della mano, nella forza della mano, nel modo in cui ciascuno tiene un abito da pesca e per altri motivi . Devi trovare ciò che è meglio per te.

Non dimenticare di acquistare la tua licenza di pesca prima di pianificare la tua prossima avventura di pesca!


Potrebbe piacerti anche

Ken Schultz

Ken Schultz

Ken Schultz è stato uno scrittore di lunga data per la rivista Field & Stream ed è l’ex redattore di pesca di ESPNoutdoors.com. Ha scritto e fotografato diciannove libri su argomenti di pesca sportiva, oltre a un calendario annuale di consigli per la pesca, e i suoi scritti sono apparsi su vari siti Web per più di due decenni. Il suo sito web dell’autore è kenschultz.com

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *