Diverse vacanze di pesca e cosa le rende migliori

Per la maggior parte dei pescatori, una vacanza di pesca in genere significa lunghe battute di pesca. Potrebbero essere weekend lunghi che coinvolgono un giorno speciale. Nelle famiglie di pescatori, la festa della mamma, il giorno della memoria e la festa del papà sono scelte naturali, con altre che cadono intorno al 4 luglio, festa del lavoro, festa di Colombo e festa dei veterani. Se ci penso, il 4 luglio potrebbe essere uno dei migliori giorni di pesca in assoluto.

Il Giorno dell’Indipendenza è una grande opportunità per godersi giornate di pesca gratuita. Negli stati non applicati, con un piccolo costo per una licenza di pesca siamo liberi di girovagare per tante acque pubbliche in cerca di pesce. Abbiamo la libertà di come catturare il pesce come vogliamo, con spin, convenzionale, esca o mosca. E in alcuni giorni, come i veri giorni di pesca libera, riusciamo a pescare senza alcun costo.

Pesco in laghi e stagni per spigole e panfish. Pesco nell’oceano per la spigola striata, il pesce azzurro e altre specie costiere. Pesco trote in fiumi e torrenti, e quella varietà è il sale della mia vita. Immagino sia per questo che penso che ogni giorno di pesca sia una vacanza di pesca. Se parti per un lungo viaggio, possiamo aggiungere altre attività all’elenco. Il campeggio va bene se combinato con la pesca. È inoltre possibile combinare le vacanze di pesca con il kayak, la canoa, l’escursionismo o la mountain bike.

In molti altri paesi, le opportunità per buone giornate di pesca non sono così facili da trovare come lo sono qui. Le acque migliori sono riservate e accedervi costa moltissimo. Su alcuni di questi bacini idrografici, i pescatori sono limitati nei metodi utilizzati. A volte, l’accesso per pescare nelle migliori acque significa aspettare in una lista. Se è così, faresti meglio a non ammalarti quando viene chiamato il tuo numero; dura, perché potrebbe essere un’altra lunga attesa prima che tu abbia l’opportunità di andare.

Siamo grati per le acque pulite gestite per popolazioni sane di selvaggina. Al costo di una licenza possiamo spostarci per il paese e raggiungerli. Sono grato per le opportunità che abbiamo nel nostro paese e sarò grato durante la vacanza di pesca della mia famiglia questo 4 luglio.


Tom Keer

Tom Keer

Tom Keer è uno scrittore pluripremiato che vive a Cape Cod, nel Massachusetts. È editorialista di Upland Almanac, collaboratore della rivista Covey Rise, collaboratore sia di Fly Rod and Reel che di Fly Fish America e blogger per il programma Take Me Fishing della Recreational Boating and Fishing Foundation. Keer scrive regolarmente per oltre una dozzina di riviste all’aperto su argomenti relativi alla pesca, alla caccia, alla nautica e ad altre attività all’aperto. Quando non stanno pescando, Keer e la sua famiglia cacciano uccelli di montagna sui loro tre setter inglesi. Il suo primo libro, a Fly Fishers Guide to the New England Coast, è stato pubblicato nel gennaio 2011. Visitatelo a www.tomkeer.com o a www.thekeergroup.com.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *