Fitness e conservazione del pesce

I biologi della pesca utilizzano misurazioni sia della lunghezza che del peso dei pesci per supervisionare l’idoneità di un pesce. Quando il pesce raggiunge una lunghezza specifica, il peso dovrebbe rientrare in un certo intervallo per essere considerato sano e robusto. A seconda della regione, i pescatori ricreativi potrebbero preferire misurare le dimensioni in lunghezza o peso, ma raramente in entrambi.

I pescatori che pescano in acque più fredde o correnti spesso cercano un numero per la lunghezza del pesce. Le dimensioni di trote, glaucomi o lucci di solito sono espresse prima in pollici. La lunghezza è abbastanza facile da ottenere, supponendo che tu abbia un metro o un metro a nastro. La maggior parte dei pesci ha una crescita “indeterminata”. Cioè, anche i pesci vecchi hanno la capacità di crescere più a lungo. E quel pesce non si rimpicciolirà.

I pescatori che pescano in acque più calde e immobili vogliono una cifra per il peso di un pesce. I pescatori di persico trota e pesce gatto di canale raramente rompono un metro a nastro. Ma un peso preciso è più difficile da misurare con bilance grezze, portatili, pesci non collaborativi e una barca a dondolo.

Anche il peso oscilla. A volte ciò è dovuto solo a stress stagionali come dopo la deposizione delle uova o cambiamenti di temperatura e condizioni dell’acqua. Ma un rapporto peso/lunghezza costantemente basso può anche significare uno squilibrio nella popolazione ittica che potrebbe influenzare la disponibilità di prede adatte. I pesci che stanno lottando per trovare la preda possono essere particolarmente magri e mostrare una “pancia concava”. Se questo continua abbastanza a lungo, la crescita potrebbe essere sproporzionata come la testa che sembra troppo grande.

Monitorando la forma fisica dei pesci, misurando sia la lunghezza che il peso, aiutiamo a preservare la pesca. Potresti essere in grado di individuare queste informazioni nei rapporti di pesca statali. Molti proprietari terrieri gestiscono i propri stagni e possono osservare i segnali di avvertimento che alcune decisioni di gestione potrebbero essere finalizzate a mantenere i loro pesci non solo in crescita, ma “in forma”, che in questo caso è “grasso e felice”.


Potrebbe piacerti anche

Andy Whitcomb

Andy Whitcomb

Andy è uno scrittore all’aperto (http://www.justkeepreeling.com/) e papà stressato ha contribuito con oltre 380 blog a takemefishing.org dal 2011. Nato in Florida, ma cresciuto sulle rive degli stagni delle fattorie dell’Oklahoma, ora insegue lucci, spigole e steelhead in Pennsylvania. Dopo aver conseguito una laurea in zoologia presso l’OSU, ha lavorato in incubatoi ittici e come tecnico di ricerca sulla pesca presso l’OSU, Iowa State e Michigan State.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *