Fuori dal mondo

Tutta la pesca è divertente, ma l’azione in alto mare funziona su un piano più alto. Normalmente, non sono grande con le sorprese. Puoi tenere le tue feste a sorpresa, scherzi e estratti conto delle carte di credito, ma non perdo mai l’occasione di un’esplosione nervosa dal profondo.

Uno dei motivi per cui la pesca in acque alte è così popolare è che il pescatore può assistere al morso. La maggior parte delle volte una linea è nell’acqua, ci sono alcune congetture coinvolte. Era un morso? Era una roccia? Quella libellula ha appena urtato la mia linea?

Tuttavia, una visuale viscerale non è l’unica ragione per pescare in alto mare. I pesci vivono in un mondo sottomarino misterioso, oscuro. Anche con un’eccezionale limpidezza dell’acqua, poca vegetazione acquatica e vari dispositivi elettronici, esattamente ciò che sta accadendo laggiù richiede ancora molte speculazioni. Tuttavia, con un colpo in alto mare, per una frazione di secondo, quel pesce rischia di entrare nel nostro mondo luminoso e ben ventilato per la cucina galleggiante e SAPPIAMO cosa sta succedendo.

Ci sono molti tipi di esche top-water, dalle silenziose rane di gomma alle rumorose esche. Il pescatore Jared Schleifer adora uno Skitter Pop, ma non posso mettere giù uno Spit’n Image. Per i pescatori a mosca, un popper attirerà sicuramente l’attenzione. Di recente, il mio pesce luna verde ha martellato vistosi popper Zazzy. Molte volte i pesci lo colpiscono prima ancora che si contraggano.

I pesci possono raggiungere la superficie in qualsiasi momento della giornata, ma la mattina e la sera sono le ore migliori. Guarda e ascolta i pesci che colpiscono la superficie. Un pescatore di successo sarà opportunista come lo stesso pesce da mangiare e non perderà mai l’occasione di estendere un invito al nostro mondo.


Potrebbe piacerti anche

Andy Whitcomb

Andy Whitcomb

Andy è uno scrittore all’aperto (http://www.justkeepreeling.com/) e papà stressato ha contribuito con oltre 380 blog a takemefishing.org dal 2011. Nato in Florida, ma cresciuto sulle rive degli stagni delle fattorie dell’Oklahoma, ora insegue lucci, spigole e steelhead in Pennsylvania. Dopo aver conseguito una laurea in zoologia presso l’OSU, ha lavorato in incubatoi ittici e come tecnico di ricerca sulla pesca presso l’OSU, Iowa State e Michigan State.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *