Impara a volare lanciato

Molto tempo fa, gli scrittori all’aperto hanno usato una varietà di modi per spiegare i principi del lancio di mosche. Alcuni si riferivano a un orologio per spiegare il movimento, altri si affidavano a un metronomo per il cronometraggio, mentre altri ancora raccomandavano di posizionare un libro sotto un braccio di colata per creare la forma. Molte cose sono cambiate dai tempi della canna divisa e della fibra di vetro, quindi ecco alcune semplici tecniche per imparare il movimento di base per la ripresa e la posa.

1. Inizia ogni lancio con la canna in posizione di pesca (che è con la punta in alto vicino all’acqua).

2. Sollevare lentamente la punta della canna finché l’estremità della coda di topo non inizia a muoversi.

3. Quando l’estremità della coda di topo si sposta, accelerare fino a fermarsi. Ciò significa che dovresti passare da una velocità lenta a una velocità media fino a una velocità elevata. Quando la punta della canna passa la tua spalla e la lenza si sta muovendo all’indietro, smetti di muovere la tua canna.

4. Lascia che la coda di topo si apra finché non senti uno strattone. Il peso della tua lenza tirerà indietro la tua canna. Se hai difficoltà a sentire uno strattone, potresti provare a guardarti alle spalle per vedere la linea che si dispiega.

5. Nel momento in cui la lenza è dritta (parallela al suolo), spingere la punta dell’asta in avanti alla stessa velocità lenta-medio-veloce.

6. Quando la canna si è spostata in avanti sopra la spalla, terminare il lancio con la punta in alto all’altezza degli occhi. Mentre la linea si raddrizza, porta la punta in alto verso la superficie dell’acqua.

Alcuni punti chiave da ricordare:

• Il lancio della mosca è come qualsiasi altro sport e quando si esegue un lancio è come si lancia un pallone da calcio, si fa oscillare una mazza o una mazza da golf o si fa girare un motore prima di cambiare marcia su un cambio manuale. Lento, medio e veloce è la strada da percorrere, e molti errori di lancio derivano dal muovere la canna in modo diverso.

• Lascia che l’asta faccia il lavoro. Le canne da mosca devono piegarsi per spingere fuori la lenza. Usa il gomito come punto di snodo e lascia che la punta in alto viaggi di più.

• Inizia sempre con la punta della canna sulla superficie dell’acqua. La tensione proveniente dall’acqua aiuterà a formare l’ingessatura della schiena.

Ci sono molte altre sfumature su cui è possibile lavorare nel tempo, ma una volta che avrai padroneggiato la raccolta e il posizionamento sarai pronto per i passaggi successivi. E se hai una canna da mosca durante le vacanze puoi iniziare nel tuo cortile laterale!


Potrebbe piacerti anche

Tom Keer

Tom Keer

Tom Keer è uno scrittore pluripremiato che vive a Cape Cod, nel Massachusetts. È editorialista di Upland Almanac, collaboratore della rivista Covey Rise, collaboratore sia di Fly Rod and Reel che di Fly Fish America e blogger per il programma Take Me Fishing della Recreational Boating and Fishing Foundation. Keer scrive regolarmente per oltre una dozzina di riviste all’aperto su argomenti relativi alla pesca, alla caccia, alla nautica e ad altre attività all’aperto. Quando non stanno pescando, Keer e la sua famiglia cacciano uccelli di montagna sui loro tre setter inglesi. Il suo primo libro, a Fly Fishers Guide to the New England Coast, è stato pubblicato nel gennaio 2011. Visitatelo a www.tomkeer.com o a www.thekeergroup.com.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *