Incontra il partner: natura, comunità e sviluppo

Il Senegal si è recentemente unito al gregge BirdLife! Scopri come Nature- Communautés-Développement è cresciuto da un’idea a un’istituzione nazionale e poi a un partner BirdLife.

Uno dei nuovi partner di BirdLife, Nature-Communautés-Développement (NCD, BirdLife in Senegal), è stato fondato su un’idea pionieristica. All’inizio degli anni ’90, molto prima che diventasse un’organizzazione ufficiale, un gruppo di ambientalisti senegalesi si è riunito per cambiare il modo in cui la natura era protetta nel loro paese, attraverso il concetto di Riserve Naturali Comunitarie.

Invece di escludere le persone, queste aree protette metterebbero al centro le comunità locali, coinvolgendole in ogni fase del processo decisionale e garantendo loro di beneficiare della protezione dell’ambiente naturale circostante. Offrendo mezzi di sussistenza sostenibili, coinvolgendo volontari locali e fornendo educazione ambientale, hanno assicurato a tutti un senso di appartenenza e di investimento nella fauna selvatica residente.

Pittimi dalla coda nera, copyright Glyn Sellors, dalle gallerie di surfbirds

Nel 2010, i fondatori hanno avuto l’opportunità di sostenere ulteriormente il loro nuovo approccio. Con la collaborazione della Ligue pour la Protection des Oiseaux (LPO – BirdLife in Francia), hanno lanciato NCD come organizzazione nazionale a pieno titolo, consentendo loro di lavorare a stretto contatto con gli enti governativi e di diffondere la loro idea in tutta la nazione. Oggi possono vantare un progetto nazionale di scienza dei cittadini, programmi di formazione per la prossima generazione di ornitologi e riserve naturali in tutto il paese.

Mouhamadou Aliou Bah, Direttore Esecutivo di NCD, racconta un momento particolarmente orgoglioso: “Il più grande traguardo raggiunto ad oggi, a mio avviso, è la classificazione della zona umida del Technopole de Dakar, come area protetta nel marzo 2019, eccezionale habitat di uccelli marini situato in il cuore della capitale senegalese, Dakar, dopo una lunga battaglia (quasi 10 anni) guidata da NCD”.

Dalla sua formazione, NCD ha continuato a collaborare con diversi BirdLife Partners. Hanno lavorato di nuovo con LPO per creare una riserva naturale comunitaria sull’isola di Kousmar nel fiume Saloum, coinvolgendo gli abitanti dei villaggi locali nella protezione di un sito chiave di appollaiati per il gheppio comune e altri piccoli rapaci. Hanno anche collaborato con VBN (BirdLife nei Paesi Bassi) per sviluppare un piano per il monitoraggio e la conservazione delle pittime reali (quasi minacciate) presso la riserva naturale della comunità di Tocc-Tocc. Parallelamente, l’RSPB (BirdLife nel Regno Unito) ha aiutato NCD a rafforzare la gestione e la gestione della sua organizzazione e ha assistito con il monitoraggio scientifico della tortora europea (vulnerabile) in tutto il Senegal.

Con una vasta esperienza nel coinvolgimento con la BirdLife Partnership, ha senso che NCD diventi un partner BirdLife a pieno titolo quest’anno. Con questo nuovo sviluppo, spera di espandere ulteriormente il suo lavoro.

“I nostri piani futuri sono diversi e molteplici”, afferma Aliou Bah. “Tra l’altro, prevediamo di istituire un master dedicato al rafforzamento delle abilità ornitologiche nell’Africa occidentale francofona, continuare a conservare gli habitat naturali minacciati (protetti o meno) e sviluppare ulteriormente NCD come organizzazione indipendente basata su un’adesione di qualità , autonomia finanziaria e comunicazione mirata di massa”.

Mettendo le comunità al centro della conservazione della natura, hanno messo la natura al centro della comunità, una strategia destinata ad avere un impatto duraturo per le generazioni a venire.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *