La mosca giusta (e perché)

Tutto quello che devi sapere sulle mosche. E forse un po’ di più.

A volte, scegliere la mosca giusta (e con “giusta” intendiamo quella che disegnerà un grande e bellissimo arcobaleno dalle profondità dell’acqua e sulla tua lenza) è semplice. E a volte, richiede un delicato atto di equilibrio tra arte, scienza e una buona osservazione antiquata. Ma in ogni caso, non è così complicato come potresti pensare. Ecco come decidere quale mosca ha più probabilità di mettere un pesce nella tua rete.

La guida della mosca

Il primo passo è conoscere e comprendere le diverse categorie di mosche. UN mosca secca viene pescato sulla superficie dell’acqua e rappresenta generalmente un insetto acquatico che è appena uscito dalla sua fase larvale. UN mosca bagnata può imitare un insetto che nuota o un piccolo pesciolino e viene pescato sotto la superficie, vicino alla parte superiore o inferiore della colonna d’acqua. Stelle filanti sono simili alle mosche bagnate e vengono pescati sotto la superficie; generalmente imitano pesci esca più grandi; crostacei o sanguisughe. UN ninfa è un insetto acquatico allo stadio larvale e viene solitamente pescato verso il fondo, attorno alle rocce e ad altre strutture che ne costituiscono l’habitat naturale. Un emergere è la fase in cui un insetto acquatico è salito a galla e si sta schiudendo in un adulto. Infine, un terrestre è un insetto o un insetto non trasportato dall’acqua, come una cavalletta, che è saltato o caduto in acqua.



Bagnato


Asciutto


Streamer


Ninfa


Emergere


Terrestre


Attrattore vs imitatore


 

Un attrattore (aka “cerca mosca”) è una mosca generica che non è necessariamente carne per rappresentare una fonte di cibo con cui il pesce ha familiarità, ma è semplicemente troppo appariscente e stimolante per essere ignorata, mentre un imitatore fly è proprio quello che sembra: una mosca che imita, nel modo più accurato possibile, una nota fonte di cibo.

Prima di decidere quale mosca mettere sulla tua lenza, prenditi alcuni minuti per osservare l’acqua.

Quale foraggio adatto ai pesci puoi trovare? Vedi bug? Minnow? Ci sono cavallette che galleggiano a valle? Se queste fonti di cibo sono presenti, il pesce che stai prendendo di mira avrà familiarità con loro e la familiarità è il primo passo per riempire la tua nastra. Questo processo è noto come “abbina il portello”, che in realtà è solo un modo intelligente per dire che di solito è meglio usare una mosca che rappresenti una fonte di cibo che il pesce conosce nella giusta fase di sviluppo del suo ciclo di vita.


Suggerimento veloce:


 

È anche utile cercare indizi su dove e come si nutrono i pesci. Ad esempio, se vedi delle increspature in superficie, saprai che i pesci si stanno nutrendo in superficie, il che significa che vorrai usare… hai indovinato… una mosca secca.

Ci saranno momenti in cui non sarà immediatamente evidente di cosa si nutrono i pesci locali; questo è un ottimo momento per provare un attrattore generico o una mosca terrestre.

Pensala in questo modo: anche se non sai cos’è un alimento specifico, probabilmente hai la sensazione se sarà buono da mangiare o meno. E i pesci non sono diversi.

Infine, non stressarti e pesca semplicemente come intendi. Spesso, la fiducia e la grande attenzione alla tua tecnica e all’ambiente circostante sono un'”esca” migliore della mosca perfetta. Si dice spesso che puoi pescare con lo schema di mosca sbagliato nel modo giusto e catturare più pesci di qualcuno che pesca con lo schema giusto nel modo sbagliato, ed è vero.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *