La pesca del marlin striato

Come stai affrontando l’inverno finora? Ti stai divertendo a pescare sul ghiaccio? Se vuoi fare una pausa dallo spalare il vialetto e volare in un luogo più tropicale, il marlin a strisce potrebbe mordere.

Ad esempio: ora ci sono 80 gradi alle Hawaii e la stagione del marlin a strisce raggiunge il picco a gennaio, febbraio e marzo. Sembra un’ottima scusa per noleggiare una barca dal porto di Kona sulla Big Island. È solo una breve corsa prima che inizi la pesca perché l’oceano scende da 80 piedi a 800 piedi di profondità in meno di un quarto di miglio.

Questi billfish acrobatici sono più piccoli del massiccio marlin blu che può raggiungere i 1000 libbre. Il marlin a strisce ha una media di circa 100 libbre nelle acque hawaiane, ma quel pesce è ancora una strabiliante lunghezza di 8 piedi.

Possono essere catturati con esche da traina, ma io ne ho catturato uno usando un’esca viva, un tonno striato, delle dimensioni del persico trota che catturo normalmente. Il capitano della carta ha pescato lentamente l’esca e abbiamo aspettato che la lenza si fosse staccata dalla molletta che la teneva attaccata allo stabilizzatore.

Anche allora, l’asta pesante è rimasta nel supporto. Con così tanto filo pesante fuori, il capitano ha aspettato alcuni istanti che il pesce abboccasse, quindi ha sparato al motore della barca in avanti per mettere l’amo. La lenza iniziò a staccarsi a una velocità sbalorditiva e io mi agganciai rapidamente a una cintura da combattimento in piedi per iniziare la mia battaglia con un grosso pesce di mare profondo sconosciuto.

Il capitano sorrise e disse: “Va bene, vado a prendere un panino e fare un pisolino. Fammi sapere quando l’hai avvicinato alla barca.

Questo marlin a strisce è saltato solo una volta, il che era insolito. Poi è andato dritto verso il basso. Nonostante volesse liberare questo pesce sportivo molto pregiato, deve aver lanciato l’amo nel salto, solo per essere impigliato nella coda e non poteva essere rianimato.

Questo era uno di quei pesci irripetibili e il capitano aveva il bandiera marlin sollevato per il nostro ritorno al porto. Se hai i mezzi e l’opportunità, non dimenticherai mai un’esperienza marlin. Hai pescato il marlin? Se è così, commenta qui o condividi la tua storia Pagina Facebook di Take Me Fishing.


Andy Whitcomb

Andy Whitcomb

Andy è uno scrittore all’aperto (http://www.justkeepreeling.com/) e papà stressato ha contribuito con oltre 380 blog a takemefishing.org dal 2011. Nato in Florida, ma cresciuto sulle rive degli stagni delle fattorie dell’Oklahoma, ora insegue lucci, spigole e steelhead in Pennsylvania. Dopo aver conseguito una laurea in zoologia presso l’OSU, ha lavorato in incubatoi ittici e come tecnico di ricerca sulla pesca presso l’OSU, Iowa State e Michigan State.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *