La pesca è più di un hobby. È come entrare in una confraternita.

Quando diventi un pescatore ti stai iscrivendo a un’organizzazione molto più grande di quanto potresti aspettarti. Con circa 39 milioni di pescatori convenzionali d’acqua dolce, circa 12 milioni di pescatori convenzionali di acqua salata e circa 6 milioni di cantautori ti stai arruolando in un gruppo di circa 47 milioni di persone. Come ogni grande gruppo, ci sono alcune mele marce, ma non ce n’è una abbastanza forte da rovinare l’intero mazzo.

Durante la stagione ci vedrai in posti prevedibili. Questi luoghi dipendono da dove vivi, intendiamoci, e la loro popolarità si basa su ciò che stai catturando. Di notte peschiamo spigole qui a Cape, così vedrai i tuoi fratelli pescatori prendere una tazza di caffè conveniente alle 22:00. Ci vedrai entrare nei negozi di attrezzatura subito dopo l’interruzione del giorno per colmare le lacune su dove sono i pesci e cosa stavano colpendo. Aiutiamo chiunque sia interessato a diventare un pescatore migliore.

Di recente ho letto un’offerta del capitano Hap Farrell di Carte Stunmai II. Il capitano Farrell salpa da Rock Harbor a Orleans, MA. Il capitano Hap pubblica rapporti settimanali di pesca tramite Goose Hummock, un negozio di attrezzatura locale. In un rapporto si è offerto di dire ai pescatori ricreativi dove sono i pesci e come pescarli. Può sembrare controproducente per un capitano di charter che cerca di guadagnarsi da vivere catturando pesce, ma Cap’n ha scoperto che in realtà semplifica il processo di pesca educando i pescatori su come le barche charter lavorano in un’area. Più divertimento, meno bruciore di stomaco, buona strada, Capitano.

I pescatori vedono il quadro generale. Sappiamo di essere efficienti nei nostri lavori in modo da poter concludere il lavoro il più rapidamente possibile e uscire in acqua. Siamo interessati all’ambiente, alla qualità dell’acqua e alle popolazioni ittiche. Vogliamo trascorrere del tempo con la famiglia e gli amici. A nessuno di noi importa dei giorni in cui dobbiamo lavorare sodo per catturare i pesci, quando c’è vento o quando piove. Quei giorni rendono i tempi facili con vento leggero e sole molto più dolci. Quando i pescatori incontrano compagni di pesca c’è un legame comune che è diverso dalle persone che praticano altri sport. Il nostro non è migliore, ma è diverso. Ed è per questo che ci piace condividere storie su quello che è scappato ancora più di quello che non l’ha fatto. Ci vediamo in acqua.


Potrebbe piacerti anche

Tom Keer

Tom Keer

Tom Keer è uno scrittore pluripremiato che vive a Cape Cod, nel Massachusetts. È editorialista di Upland Almanac, collaboratore della rivista Covey Rise, collaboratore sia di Fly Rod and Reel che di Fly Fish America e blogger per il programma Take Me Fishing della Recreational Boating and Fishing Foundation. Keer scrive regolarmente per oltre una dozzina di riviste all’aperto su argomenti relativi alla pesca, alla caccia, alla nautica e ad altre attività all’aperto. Quando non stanno pescando, Keer e la sua famiglia cacciano uccelli di montagna sui loro tre setter inglesi. Il suo primo libro, a Fly Fishers Guide to the New England Coast, è stato pubblicato nel gennaio 2011. Visitatelo a www.tomkeer.com o a www.thekeergroup.com.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *