La quindicesima regola

vMa dedichiamo abbastanza tempo (o, forse più precisamente, passiamo troppo tempo) a pensare a come scattiamo quelle foto?

Un pescatore catch-and-release può effettivamente danneggiare i pesci gestendoli nel modo sbagliato, e questo spesso implica scattare foto.

Mettiamola in questo modo… Immagina di aver corso una corsa su strada di 5 chilometri e pochi secondi dopo aver tagliato il traguardo, qualcuno ti ha immerso la testa in un secchio d’acqua. Questo è fondamentalmente quello che succede quando tieni un pesce in aria, con le branchie fuori dall’acqua.

Come editore di una rivista, so che una foto di mezzo pesce non ha quasi l’attrattiva della copertina come quella ripresa con presa e sorriso.

Ma, come pescatori, possiamo fare tre cose che aiutano i pesci che fotografiamo a sopravvivere meglio. Innanzitutto, possiamo essere più selettivi su quante foto scattiamo. Abbiamo davvero bisogno di fotografare ogni pesce che catturiamo? Ovviamente no.

In secondo luogo, possiamo scattare foto di pesci mentre sono ancora nell’acqua. Quelle pratiche fotocamere impermeabili funzionano straordinariamente bene e potresti essere sorpreso da quanto siano interessanti quelle immagini. Alcuni pesci, particolarmente grandi come il tarpon, non stanno affatto fuori dall’acqua.

Terzo, dovremmo seguire la quindicesima regola. Ero solito suggerire che se trattieni il respiro mentre trattieni un pesce per una foto, poiché ti senti a disagio, puoi presumere che lo faccia anche il pesce. Alcuni dei biologi ittici che conosco dicono che potrebbe essere troppo lungo. Suggeriscono un limite di 15 secondi, non 15 secondi per istantanea che scatti. Quindici secondi di tempo di trasmissione totale.

Quindi tieni pronta la tua fotocamera prima di sollevare il pesce fuori dall’acqua. E poi fai una bella foto e il gioco è fatto. Ti mancherà lo “scatto perfetto” di tanto in tanto? Sicuro. Ma tu, e gli altri pescatori con cui condividi l’acqua, avrai più pesci da fotografare.


Potrebbe piacerti anche

Kirk Deeter

Kirk Deeter

Kirk Deeter è un editore generale di Field & Stream e ha co-scritto The Little Red Book of Fly Fishing con il compianto Charlie Meyers.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *