L’importanza della pesca nella mia vita

Sono cresciuto pescando. Il mio primo approccio alla pesca è stato con mio padre. Mi ha portato in molti posti vicino a dove vivevamo. Anche se ero molto piccolo, sono andato comunque con lui. Mi sedevo in grembo e lui teneva me e la canna da pesca allo stesso tempo. Mi avrebbe aiutato ad abbeverare i pesci e avremmo passato del tempo insieme. Quando sono cresciuto, siamo andati a pescare nei derby di pesca nella nostra città e siamo andati a pescare nel New Hampshire vicino alla nostra casa estiva. Ho imparato l’importanza di trascorrere del tempo di qualità con i tuoi figli dal mio tempo con mio padre.

FishingWithDad640.jpg

Crescendo, trascorrevo alcune settimane ogni estate con i miei nonni a Glen Charlie Pond. Nonno Rick aveva una barca e uscivamo a pescare sulla barca. È qui che ho imparato a pescare alla traina. In una battuta di pesca ho imparato l’importanza della comunicazione. Stavo guidando la barca da solo per la prima volta mentre il nonno stava trollando dal retro della barca. Ha avuto un successo sulla sua linea e ha urlato: “Taglialo!” Non ero a conoscenza di cosa significasse in realtà, quindi sono andato nel panico e ho messo la barca in retromarcia e quasi l’ho buttato giù dai piedi. Si è ripreso e si è arrampicato sul sedile per spegnere il motore. Questo è ciò che “Cut It!” significava. Possiamo scherzarci sopra adesso. Fortunatamente era paziente con me e ho avuto modo di pescare di più. Abbiamo catturato molti pesci insieme ed ero davvero arrabbiato quando hanno venduto quella casa. Era un ottimo posto per crescere e stare all’aria aperta godendosi lo stagno.

Nel 1981 la mia famiglia ha acquistato una pensione a Cape Cod. Ho passato le estati lì da allora. A questo punto sono passato dalla pesca in acqua dolce a quella in mare. Passavo le giornate a catturare i pesciolini in un laghetto e poi dirigevo verso la spiaggia per pescare al largo del molo o al porto per pescare dal molo. Lo farei tutti i giorni dalle prime luci dell’alba fino al buio della notte. Salivo sulla mia bicicletta con la mia canna da pesca e la cassetta degli attrezzi e raggiungevo il mio gruppo di amici per andare a pescare. Crescendo, tagliavo i prati per i vicini e usavo i miei soldi per comprare esche ed esche per continuare a pescare. Pescando ogni estate ho imparato l’importanza dell’indipendenza.

Durante quelle estati frequentavo anche la Woods Hole Children’s School of Science. Uno dei miei corsi era Pesci e Pesca. In quella classe ho imparato a creare esche da pesca, a preparare il pescato da mangiare e molte altre abilità di pesca. Ho imparato l’importanza dell’educazione.

La pesca ha continuato a far parte della mia vita e ora che sono papà ero entusiasta di portare i miei figli a pescare. Siamo stati fuori a pescare sul mio kayak, con lo zio Howard per Giornata dei bambini al suo Sportsman Club e spero un giorno di portarli in una speciale battuta di pesca nel New Hampshire o nel Maine, dove possiamo stare in una cabina e staccare la spina per un fine settimana. Probabilmente non avranno le estati che ho avuto io da bambino, ma cercherò di assicurarmi che siano esposti a una buona dose di pesca nelle loro vite. Spero che imparino l’importanza di condividere la pesca con coloro che amano.

Pesca, Bambini + Famiglia, Acqua dolce, Acqua salata

Potrebbe piacerti anche

  • 5 motivi per cui dovresti insegnare a un bambino a pescare

    5 motivi per cui dovresti insegnare a un bambino a pescare

Andrea Bennett

Andrea Bennett

Andrea Bennett è una blogger, fotografa e vlogger. Ha pescato per tutta la vita e si diverte a pescare con i suoi figli, dal suo kayak ea Cape Cod. Ha completato oltre 4200 giorni consecutivi scattando una foto quotidiana e quasi un anno di vlog giornalieri. Scrive su benspark.com e puoi seguirlo su Twitter e Instagram su @BenSpark.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *