Lo strappo del trofeo

A un occhio inesperto, questo pezzo di legno sembra semplicemente un accento decorativo del paesaggio. Tuttavia, i pescatori possono riconoscere questo ceppo in realtà come un tributo a un grande e formidabile nemico: l’intoppo. Un tempo struttura produttiva ittica sommersa, era ricoperta di alghe e minuscoli invertebrati e quindi attraeva e tratteneva pesci di varie dimensioni.

I pescatori amano il legno sommerso. Lo cercano. Anche loro lo temono, ma non possono fare a meno di avvicinarsi ad esso. I lanci provocano costantemente ostacoli perché i pescatori sanno che i big bass adorano nascondersi nelle vicinanze usando l’oggetto affondato come copertura per tendere un’imboscata alla preda.

Se l’esca si avvicina troppo, ci sono diverse opzioni. Un recuperatore di esche può essere utile. In un breve videoBassMaster Elite pescatore Byron Velvic condivide come funziona. Se non hai un retriever a portata di mano, Risorsa dei bassi offre alcuni buoni suggerimenti per recuperare l’esca, come passare direttamente sopra l’intoppo e spezzare la lenza “come un elastico”.

Le condizioni dell’acqua estremamente basse qui in Oklahoma e in Texas hanno esposto la struttura in molti stagni e laghi, confermando ciò che il nostro sonar e le linee spezzate hanno suggerito e forse mostrandocene di nuove. Le foto digitali possono servire come utili promemoria quando i serbatoi finalmente si riempiono.

Anche se non sono sicuro di come “segnare” questo trofeo (17 punti? 29 libbre?), sarei orgoglioso di avere questa bestia sul muro del mio ufficio.


Potrebbe piacerti anche

Andy Whitcomb

Andy Whitcomb

Andy è uno scrittore all’aperto (http://www.justkeepreeling.com/) e papà stressato ha contribuito con oltre 380 blog a takemefishing.org dal 2011. Nato in Florida, ma cresciuto sulle rive degli stagni delle fattorie dell’Oklahoma, ora insegue lucci, spigole e steelhead in Pennsylvania. Dopo aver conseguito una laurea in zoologia presso l’OSU, ha lavorato in incubatoi ittici e come tecnico di ricerca sulla pesca presso l’OSU, Iowa State e Michigan State.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *