Motivi per provare la pesca d’altura

La pesca oceanica da una barca è classificata come “inshore” o “offshore”. Per essere considerata pesca d’altura, la profondità e la distanza dalla riva variano in base alla località. Ad esempio, alle Hawaii, una profondità di 800 piedi può essere raggiunta solo a un quarto di miglio dalla riva, mentre in altri luoghi raggiungere i pesci di acque profonde può richiedere gite in barca molto più lunghe. Le barche da pesca d’altura generalmente sono più grandi, costruite per gestire lunghi viaggi, mare potenzialmente agitato e più pescatori.

1. I charter di pesca d’altura sono una grande esperienza

La maggior parte dei charter di pesca d’altura che valgono il loro sale forniranno una grande iniziazione a questa GRANDE esperienza in acqua. Prima di tutto, i capitani delle barche da pesca d’altura sono completamente preparati, con tutte le dotazioni di sicurezza. In secondo luogo, forniscono canne da pesca d’altura specializzate e mulinelli da pesca d’altura, completamente attrezzate e costruite per gestire qualsiasi cosa si nasconda nel profondo blu. E infine, quando noleggi la pesca d’altura, stai attingendo ad alcune delle conoscenze di pesca più accurate e tempestive dove e come con l’obiettivo di canne piegate e pescatori sorridenti.

2. Puoi ottenere pesci grossi

I pesci di acque profonde sono specie veloci e in grado di raggiungere dimensioni immense. Tonno, marlin, mahi-mahi e wahoo sono solo alcune delle magnifiche specie di pesci che possono essere presi di mira da una barca da pesca d’altura. A causa delle distanze insondabili, con la pesca d’altura, spesso non è necessario lanciare. Basta far cadere l’esca o l’esca fuori bordo per iniziare a traina o lavorare offerte verticalmente al pesce sempre potente e potenzialmente massiccio che naviga sotto.

3. È un ottimo allenamento

Molti anni fa alle Hawaii, questo Oklahoma ha noleggiato la sua prima barca a noleggio. La barca da pesca d’altura da 27 piedi era stabile e ispirava fiducia nell’acqua più profonda e blu che avessi mai visto. Non passò molto tempo prima che un marlin a strisce iniziasse a togliere la lenza dalla bobina e io mi agganciai a una cintura da combattimento. “Vado a farmi un panino e un pisolino. Fammi sapere quando sali sulla barca”, ha scherzato il capitano. Questa è un’altra delle cose straordinarie della pesca d’altura; potresti trovarti in una battaglia che dura più a lungo di qualsiasi pranzo.

Andy Whitcomb

Andy Whitcomb

Andy è uno scrittore all’aperto (http://www.justkeepreeling.com/) e papà stressato ha contribuito con oltre 380 blog a takemefishing.org dal 2011. Nato in Florida, ma cresciuto sulle rive degli stagni delle fattorie dell’Oklahoma, ora insegue lucci, spigole e steelhead in Pennsylvania. Dopo aver conseguito una laurea in zoologia presso l’OSU, ha lavorato in incubatoi ittici e come tecnico di ricerca sulla pesca presso l’OSU, Iowa State e Michigan State.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *