Nodo ora! Lenze da pesca aggrovigliate e conservazione della pesca

La lenza è una componente fondamentale della pesca. Ci permette di lanciare esche o esche e poi riavvolgerlo, si spera con un pesce attaccato. Cioè, se tutto va bene. A volte si verificano grovigli. Anche i professionisti dei tornei hanno cast che vanno storti e creano enormi “nidi di uccelli”.

Ecco alcuni passaggi per gestire la lenza aggrovigliata:

  1. Se usi un mulinello rotante, chiudi la cauzione in modo che non ci sia più filo che si unisca al putiferio.

  2. Fai un respiro profondo e inizia a stuzzicare gli anelli più piccoli. Cerca di mantenere tutto libero e aperto. Se il nodo inizia a restringersi, smetti di tirare lì e prova da qualche altra parte; non vuoi che diventi stretto.

  3. Se, intendo, “quando” ottieni il primo loop, avvolgilo per mettere in sicurezza quella linea recuperata e toglierla di mezzo.

  4. Un nodo stretto e intrecciato potrebbe allentarsi se lo pizzichi e lo arrotoli tra le dita.

  5. Se è davvero una bestia ringhiosa indisciplinata, avvolgila in modo lasco per evitare che sorpassi la barca, quindi mettila da parte e usa un’altra canna. Non lasciare che tagli in tempo prezioso sull’acqua. Affrontalo a tuo piacimento, magari nella veranda sul retro dopo una bevanda ghiacciata.

  6. In queste condizioni meno stressanti, rimuovere il gancio o l’esca e legare l’estremità a un oggetto fisso come una recinzione o alcuni mobili da giardino.

  7. Fai un altro respiro profondo e vedi il passaggio 2.

  8. Assicurati di lavorarci tu stesso; non trascinare gli altri con te. Pensalo come un puzzle divertente. Hai questo!

  9. Infine, una volta che il disordine aggrovigliato è fuori, lancia delicatamente un tappo di pratica lungo il vialetto e avvolgi lentamente tra le dita. Assicurati che non ci siano più nodi nascosti, nodi o aree ruvide.

Una piccola manutenzione preventiva può aiutare a prevenire i grovigli. Sii consapevole di tutto ciò che sta dietro e sopra di te. Osserva costantemente piccoli loop singoli che potrebbero trasformarsi in mostri se lasciati incustoditi. Questo è particolarmente vero con il monofilamento appena avvolto o freddo, o quando si cambiano frequentemente le esche con un baitcaster.

Linea di riciclaggio E

Se il nodo vince, mantieni quella linea e trasformala in un centro di riciclaggio. Questi possono essere trovati nelle rampe e nei moli delle barche popolari o in molti negozi di pesca e nautica al dettaglio mentre stai acquistando la tua licenza di pesca. E se dovessi trovare del filo gettato con noncuranza sulla riva, mettilo in una delle tue tasche cargo e ricicla anche quello. Ogni bit aiuta con la conservazione delle nostre risorse idriche.

Hai una foto di un nodo da pesca? Ci piacerebbe vederlo! 🙂


Andy Whitcomb

Andy Whitcomb

Andy è uno scrittore all’aperto (http://www.justkeepreeling.com/) e papà stressato ha contribuito con oltre 380 blog a takemefishing.org dal 2011. Nato in Florida, ma cresciuto sulle rive degli stagni delle fattorie dell’Oklahoma, ora insegue lucci, spigole e steelhead in Pennsylvania. Dopo aver conseguito una laurea in zoologia presso l’OSU, ha lavorato in incubatoi ittici e come tecnico di ricerca sulla pesca presso l’OSU, Iowa State e Michigan State.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *