Non essere Koi con me.

Durante una recente battuta di pesca in un piccolo lago cittadino, mio ​​figlio ha spiato qualcosa di arancione nell’acqua, sospeso sotto un ramo d’albero. Ricordai il segno rivelatore della ghiaia blu dell’acquario sulla rampa della barca e sospettai che fosse un pesce rosso o una koi. Ci siamo rilassati in silenzio per vedere meglio, ma è scappato via.

A causa dei loro effetti spesso dannosi, le specie invasive sono una delle principali preoccupazioni e vengono prese precauzioni per prevenirne la diffusione. Ma questo era, beh, l’animale domestico di qualcuno. Non ho mai preso di mira le koi. Potrebbero essere catturati su canna e mulinello? Se é cosi, come? E inoltre, se l’ho preso, allora cosa?

Questa primavera, Dave Maynard, conduttore e produttore esecutivo dei programmi TV “Fish the Baja” e “Fishing Across America”, stava pescando con la mosca e ha agganciato una koi da 28 pollici nel fiume South Platte vicino a Denver, quindi gli ho posto queste domande .

“Stava nuotando con diverse carpe. Dopo circa 30 lanci con un motivo a gamberi, è stato un po ‘”, ha condiviso. “Ho combattuto per 7-10 minuti. Era forte quanto una carpa comune”.

Il grosso pesce bianco con macchie nere e arancioni è stato riportato nel suo stagno di koi. Se non avesse avuto uno stagno koi, l’avrebbe rilasciato. Con un sacco di carpe comuni che si comportano in modo simile già nel sistema, la rimozione di un pesce che forse vede 4 o 5 volte in 100 bordate di pesca, non sembrava necessario.

Per quanto innocuo possa sembrare, anche se il tuo animale domestico koi è cresciuto troppo nell’acquario, il rilascio di un pesce in un nuovo sistema può portare a cambiamenti drastici in quella pesca. Inoltre, rende la gestione ancora più complicata. I regolamenti di ogni stato possono aiutare a rispondere a cosa fare se viene catturato uno strano pesce. Un pesce con uno stato “proibito”, come la carpa asiatica, non può essere riportato in acqua, ma le koi sembrano cadere nello stato di giusto “malvisto”.

Fortunatamente, ho un grande acquario vuoto nel caso in cui la mia strada si incroci di nuovo con qualcosa di grande e arancione.


Potrebbe piacerti anche

Andy Whitcomb

Andy Whitcomb

Andy è uno scrittore all’aperto (http://www.justkeepreeling.com/) e papà stressato ha contribuito con oltre 380 blog a takemefishing.org dal 2011. Nato in Florida, ma cresciuto sulle rive degli stagni delle fattorie dell’Oklahoma, ora insegue lucci, spigole e steelhead in Pennsylvania. Dopo aver conseguito una laurea in zoologia presso l’OSU, ha lavorato in incubatoi ittici e come tecnico di ricerca sulla pesca presso l’OSU, Iowa State e Michigan State.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *