Pesca con l’arco

Credito fotografico bowhunting360.com

Il 28 settembre è Giornata nazionale della caccia e della pesca. La pesca condivide alcune somiglianze con la caccia. Entrambi richiedono furtività, scouting e una buona mira.

La pesca con l’arco è un tipo di pesca che richiede ancora una licenza di pesca ma è molto simile alla caccia. Tuttavia, la pesca con l’arco è solo per la raccolta di pesce “grezzo”, piuttosto che di pesce “sportivo”. Le definizioni variano da stato a stato così controlla il tuo regolamenti statali con attenzione. In Oklahoma, “ruvido” include gar, ma in Pennsylvania, gar sono protetti. Un pesce su cui tutti sono d’accordo può essere una specie bersaglio ovunque è la carpa comune.

“Introdotte” negli Stati Uniti nel 1800, le carpe sono ormai ben radicate in quasi tutti gli specchi d’acqua. In effetti, ora costituiscono la principale biomassa ittica di molti sistemi. Sebbene le carpe siano un pesce combattente forte, sono famose per aumentare l’acqua in modo torbido, abbassando così la qualità dell’acqua per molte specie autoctone.

Le carpe crescono fino a raggiungere dimensioni enormi, spesso 30 libbre o più, e spesso sguazzano tra la vegetazione poco profonda, a volte nutrendosi in superficie, il che le rende un buon bersaglio. Ma questo non è ancora facile. A causa della rifrazione della luce nell’acqua, il pesce visto è in realtà al di sotto del punto in cui sembra puntare in basso.

Invece di una canna e un gancio, un arco è dotato di una punta di freccia specializzata. Il recupero avviene con una bobina a faccia chiusa, avvolta da un trecciato pesante. Sebbene sia sicuramente un allontanamento dalla pesca tradizionale, è abbastanza divertente che anche il pescatore Bassmaster Elite Kevin Van Dam recentemente segnato in una battuta di pesca con l’arco.

Come con qualsiasi pesce che prevedi di catturare e mangiare, assicurati di spedirlo in modo rapido e umano. Le carpe sono pregiate pietanze da tavola in molte parti del mondo. La preparazione può essere complicata a causa di molte ossa. Un metodo per aggirare questo è quello di incidere i filetti ogni centimetro, quindi friggerli a oltre 400 gradi per sciogliere le ossa.

Al Expo della fauna selvatica dell’Oklahoma (foto sopra), i bambini hanno acquisito importanti istruzioni su come pescare con l’arco. Hanno imparato come maneggiare e tutte le precauzioni di sicurezza mentre miravano a bersagli di pesci sommersi.

Tim Orton di Vantaggio Whitetailha catturato la mia (e di suo figlio) attenzione quando ho ricordato l’enorme carpa che usava per pescare con l’arco sul fiume Allegheny. “Quella barca era dolce. Ringhiera anteriore, luci. Ho dovuto venderlo quando l’attività di allevamento di cervi ha iniziato a richiedere troppo tempo”.

“Possiamo prendere un’altra barca, papà?” chiese suo figlio.

(Pausa)

“Vai a parlare con tua madre.”


Andy Whitcomb

Andy Whitcomb

Andy è uno scrittore all’aperto (http://www.justkeepreeling.com/) e papà stressato ha contribuito con oltre 380 blog a takemefishing.org dal 2011. Nato in Florida, ma cresciuto sulle rive degli stagni delle fattorie dell’Oklahoma, ora insegue lucci, spigole e steelhead in Pennsylvania. Dopo aver conseguito una laurea in zoologia presso l’OSU, ha lavorato in incubatoi ittici e come tecnico di ricerca sulla pesca presso l’OSU, Iowa State e Michigan State.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *