Porta mamma a pescare

La festa della mamma è quasi arrivata, quindi molti penseranno a mazzi di fiori o piante in fiore. In effetti, la Giornata nazionale dei giardini pubblici è sempre fissata per il venerdì prima della festa della mamma. Ma hai mai pensato di portare a pesca “Mamma”?

Laura Starkey Heflin ha pescato per la festa della mamma. Si dà il caso che sia una pescatrice professionista di tornei di basso. Tuttavia, non tutto il loro tempo insieme è stato dedicato alla pesca. Ricorda con affetto quando suo figlio, Jesse, era alle elementari e voleva andare a pescare. Tuttavia, una volta catturato un solo pesce, ha posato la canna ed era più interessato ad aprire il suo “negozio” di attrezzatura sulla barca con i suoi genitori incoraggiati a comprare nuove esche dalla sua cassetta.

Laura e suo figlio ora pescano insieme nei tornei. L’anno scorso, Jesse ha vinto il campionato statale in Kansas e si è qualificato per pescare il torneo regionale in Louisiana.

Ma una mamma non deve certo essere una pescatrice professionista per godersi una battuta di pesca. Sherry Lindon Ramsey e sua figlia hanno recentemente imparato a pescare in Oklahoma e ora ci vanno anche tre o quattro volte a settimana durante l’estate. Qualsiasi pesce, di qualsiasi taglia è divertente per sua figlia, ma a Sherri piace semplicemente che stiano fuori insieme, anche se invece legge.

La pesca potrebbe non essere per tutti… ma c’è sempre speranza. Forse la mamma non ha avuto l’occasione giusta. Forse si sarebbe goduta una piacevole crociera con cena intorno al lago. E forse, mentre stai navigando, potresti anche pescare a traina con un paio di canne. E forse se una canna viene colpita, potresti metterla nelle sue mani e vedere cosa succede…

Poi di nuovo, alcuni fiori come backup potrebbero non far male.


Potrebbe piacerti anche

Andy Whitcomb

Andy Whitcomb

Andy è uno scrittore all’aperto (http://www.justkeepreeling.com/) e papà stressato ha contribuito con oltre 380 blog a takemefishing.org dal 2011. Nato in Florida, ma cresciuto sulle rive degli stagni delle fattorie dell’Oklahoma, ora insegue lucci, spigole e steelhead in Pennsylvania. Dopo aver conseguito una laurea in zoologia presso l’OSU, ha lavorato in incubatoi ittici e come tecnico di ricerca sulla pesca presso l’OSU, Iowa State e Michigan State.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *