Portami a pescare, Redux

Mio figlio ha due amici che sono fratelli di nome Mark e Matt. Mark è il maggiore e ha 14 anni. Il loro papà Mike li ha portati a pescare con lui da quando erano abbastanza grandi per camminare. Da allora i ragazzi hanno divorato ogni rivista di pesca, libro e programma televisivo. Quando c’era un boccone caldo, il loro papà si staccava presto dal lavoro e li portava a pescare.

Di recente, il lavoro ha intralciato la pesca e Mike non è stato in grado di sgattaiolare via presto quanto vorrebbero i ragazzi. Questo non ha ghiacciato il loro tempo di pesca perché Mark è intervenuto per portare suo fratello minore in acqua.

Uno dei loro posti preferiti è un laghetto che contiene molti bassi, sia grandi che piccoli. Per arrivarci i ragazzi prendono le loro biciclette. Piegheranno le punte delle canne accanto ai mozziconi e le legheranno al telaio della bicicletta. Metteranno un assortimento di crankbait, cucchiai e spinner in uno zaino insieme a un paio di tagliaunghie e un paio di pinze. Allora sono fuori.

La maggior parte delle volte, Mark non pesca. Trascorre un bel po’ di tempo aiutando il fratello minore a lanciare, fare nodi o liberare i pesci. Quando il morso è caldo, tutte le linee sono nell’acqua. Proprio di recente i ragazzi hanno portato le loro biciclette alla foce di un estuario di acqua salata. Alcuni grossi pesci azzurri stavano sfrecciando su menhaden, quindi entrambi i ragazzi hanno avuto modo di pescare. Sopra, vedete una foto della loro cattura.

A volte i ragazzi portano con sé un amico, altre volte sono solo loro due. La pesca con un genitore o un nonno è unica. Ma c’è qualcosa di speciale in un fratello maggiore che interviene. Il legame non è migliore, ma è sicuramente diverso. La maggior parte di noi probabilmente vorrebbe avere un fratello maggiore come Mark. Lo so che lo faccio.


Potrebbe piacerti anche

Tom Keer

Tom Keer

Tom Keer è uno scrittore pluripremiato che vive a Cape Cod, nel Massachusetts. È editorialista di Upland Almanac, collaboratore della rivista Covey Rise, collaboratore sia di Fly Rod and Reel che di Fly Fish America e blogger per il programma Take Me Fishing della Recreational Boating and Fishing Foundation. Keer scrive regolarmente per oltre una dozzina di riviste all’aperto su argomenti relativi alla pesca, alla caccia, alla nautica e ad altre attività all’aperto. Quando non stanno pescando, Keer e la sua famiglia cacciano uccelli di montagna sui loro tre setter inglesi. Il suo primo libro, a Fly Fishers Guide to the New England Coast, è stato pubblicato nel gennaio 2011. Visitatelo a www.tomkeer.com o a www.thekeergroup.com.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *