Prenditi cura della tua barca da pesca in alluminio

Perché mai qualcuno dovrebbe comprare una barca da pesca sportiva di latta? Ci sono molte ottime ragioni. Sono convenienti, abbastanza leggeri da spingere una barra di sabbia, sono facili da rimorchiare e lanciare, entrano in acque scarse e sono alimentati da fuoribordo meno costosi e di potenza inferiore. Alcuni hanno scafi a V modificati mentre altri sono a fondo piatto, ma sono tutte ottime barche.

Come per qualsiasi cosa, queste barche da pesca richiedono un po’ di attenzione per mantenerle galleggianti in alto e completamente asciutte. Ecco alcuni consigli per la cura dei pescherecci in alluminio:

I rivetti sono la causa comune di perdite. Capovolgi la barca ed esamina i rivetti. La maggior parte delle volte puoi dire quali rivetti richiedono attenzione, quindi cerca quelli che sono allentati o arrugginiti. Dovrebbero essere rimossi e sostituiti indipendentemente dal fatto che consentano o meno all’acqua di penetrare. È una questione di tempo prima che lo facciano. Un ultimo passaggio è rivestire rivetti e cuciture con sigillante impermeabile.

Non riesci a trovare la perdita? Il colorante alimentare aggiunto all’acqua di stiva di una barca facilita l’identificazione delle perdite. Se sei in acqua, vedrai bolle o ruscelli che spingono intorno al colorante. Se sei nel tuo vialetto, puoi facilmente guardare lo scafo sottostante per vedere dove esce l’acqua colorata dalla barca. Prova anche ad accendere una luce flash all’interno della barca rimorchiata di notte. Un po’ di luce che emerge aiuta a rendere i buchi facili da individuare. Individuare perdite di fori di spillo è difficile come trovare un ago in un pagliaio.

Crepe, vaiolatura e corrosione interstiziale. La maggior parte delle crepe o della corrosione può essere riparata con un kit di riparazione epossidico disponibile nei negozi nautici o all’aperto. Se vedi una crepa, assicurati di praticare un foro. Il buco eviterà che la crepa si diffonda. Passa alla preparazione che include raschiatura, levigatura e pulizia. Quindi applica il cerotto e lascialo asciugare.


Spot in alluminio nudo. Anche questi punti avranno bisogno di una preparazione, quindi carteggia l’area, lava con aceto e spruzza leggermente con il primer. Quando il primer è asciutto, ricoprire con una vernice di fondo marina antiruggine. Spruzzare o arrotolare in base al tuo stile.

Risolvi i problemi prima che accadano. Molti di noi usano scarti di legno per costruire piattaforme da pesca, portacanne o contenitori per la conservazione. Assicurati che il legno che usi non sia trattato a pressione. Quel legno è trattato con rame e quando il rame fuoriesce nella tua barca da pesca sportiva in alluminio, mangerà vivo il metallo.

Ci sono molti tipi diversi di barche da pesca e le barche di latta sono tra le migliori. Rispetto alla gioia offerta dalla loro semplicità, la cura del peschereccio in alluminio è minima. Fallo ora, la stagione è vicina.


Potrebbe piacerti anche

Tom Keer

Tom Keer

Tom Keer è uno scrittore pluripremiato che vive a Cape Cod, nel Massachusetts. È editorialista di Upland Almanac, collaboratore della rivista Covey Rise, collaboratore sia di Fly Rod and Reel che di Fly Fish America e blogger per il programma Take Me Fishing della Recreational Boating and Fishing Foundation. Keer scrive regolarmente per oltre una dozzina di riviste all’aperto su argomenti relativi alla pesca, alla caccia, alla nautica e ad altre attività all’aperto. Quando non stanno pescando, Keer e la sua famiglia cacciano uccelli di montagna sui loro tre setter inglesi. Il suo primo libro, a Fly Fishers Guide to the New England Coast, è stato pubblicato nel gennaio 2011. Visitatelo a www.tomkeer.com o a www.thekeergroup.com.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *