Procedure di base per il diritto di passaggio in barca a motore

Senza semafori, segnali di stop, corsie segnalate e passaggi chiaramente definiti, potrebbe sembrare che un diportista possa semplicemente virare come preferisce mentre pilota una barca su uno specchio d’acqua aperto. A volte puoi. Ma una navigazione corretta e giudiziosa è una componente importante dell’uso responsabile della barca e ci sono regole nautiche a cui dovresti attenerti per il bene di una navigazione sicura, oltre che per evitare incidenti.

La maggior parte dei diportisti cerca di evitare di interferire con altri diportisti, anche se non stanno seguendo esattamente le procedure stabilite per il diritto di rotta nautico, ma non tutti lo fanno nel modo generalmente accettato e uniforme. Ho visto barche passare altre barche in modo non sicuro, incrociarsi inutilmente davanti ad altre, dirigersi dalla parte sbagliata di un canale di fronte al traffico in arrivo, intralciare barche che non erano alimentate, guidare troppo velocemente proprio sulla scia di un’altra barca, e altre cose che potrebbero essere problematiche e che sono facilmente evitabili.

Ecco alcune procedure di base per la precedenza in barca per barche a motore. Ci sono altre preoccupazioni riguardo alle barche a vela.

  • Primo, non avere fretta. Procedi con cautela ogni volta che ti trovi a distanza ravvicinata, vicino ad altre imbarcazioni e in aree con difficoltà di navigazione (barre di sabbia, secche, scogli, canali stretti, ecc.).
  • L’evento più elementare di diritto di rotta in barca si verifica quando due motoscafi si stanno avvicinando testa a testa. Ciascuno dovrebbe virare sul proprio lato di dritta (destra), il che significa che le barche passano in sicurezza l’una dall’altra da babordo a babordo. Un breve squillo di clacson dalle barche segnala la loro intenzione di farlo, anche se è mia esperienza che la maggior parte dei diportisti si limita a virare nel modo corretto senza segnalare.
  • Quando una barca a motore sta sorpassando un’altra barca a motore che le precede, la barca che effettua il sorpasso deve rimanere fuori dalla traiettoria della barca che viene sorpassata. Ci sono segnali acustici che possono essere utilizzati (soprattutto in corsi d’acqua stretti) per indicare da quale lato della barca passerà la barca che sta sorpassando, ma la maggior parte dei diportisti non segnala.
  • Probabilmente l’evento di diritto di precedenza nautico più comune si verifica quando due motoscafi sono su una rotta di passaggio. Qui, quella che ha l’altra a dritta è considerata la nave cedente e deve tenersi alla larga dall’altra.

Spesso queste procedure non vengono seguite con precisione e, in alcuni casi, i diportisti le ignorano, quindi spetta a ciascun operatore nautico prestare attenzione e non presumere che l’altro diportista segua le regole nautiche accettate. Spesso ho avuto la precedenza in una situazione di sorpasso quando sembrava chiaro che l’altra barca non stesse facendo uno sforzo per evitarmi. Quindi rallento e passo dietro quella barca per prudenza, piuttosto che rischiare un incidente anche se tecnicamente avevo la precedenza. Se ti stai dirigendo verso l’acqua, assicurati che la tua barca sia registrata.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *