Semplifica il tuo lancio

Avendo trascorso gran parte della mia vita intorno alle rampe delle barche di acqua dolce e salata, non mi sono mai abituato alle imprecazioni, agli sputi e ai combattimenti che spesso derivano dall’avere una barca giù dal rimorchio e in acqua. La maggior parte della frustrazione sembra derivare da una piccola organizzazione e dal gioco di squadra familiare. Ammetto che quando stavo facendo tutto il giro il mio atteggiamento aveva bisogno di un aggiustamento.

Il primo ordine del giorno a cui tendere è controllare i liquidi. Lo faccio quando entro in una stazione di servizio sulla strada per la rampa. Lì riempirò il serbatoio del gas, aggiungo olio al fuoribordo e riempio i mozzi con una pistola per ingrassaggio. Quando i fluidi saranno tutti a posto, ci dirigeremo verso il porto e parcheggeremo a lato della linea di lancio. È lì che entrano i bambini per giocare.

Mia figlia adora i nodi, quindi le faccio infilare gli anelli di prua e di poppa sulle bitte e le avvolgi sui ponti. Dopo che sono stati assicurati, aggiungerà i parabordi di prua e di poppa alle bitte con un nodo Figura 8. Quando avrà finito, prenderà le scatole degli attrezzi, gli asciugamani e la crema solare e li riporrà nel portello.

Nel frattempo, suo fratello dalla mentalità meccanica mette i tre tappi di scarico nella barca. È anche responsabile del sollevamento del motore in modo da rimuovere la staffa di supporto del fuoribordo. Dopodiché, taglierà il motore a metà. Metterà le canne nei supporti, il refrigeratore a poppa e le tavole da wakeboard per uno slalom post-pesca.

Il mio compito è far retrocedere il rimorchio lungo la rampa e rimuovere la catena e la cinghia per un facile lancio. Mia moglie abbassa il fuoribordo in acqua, adesca la pompa del gas e avvia il motore. Farà marcia indietro dalla roulotte e farà il giro del porto mentre parcheggio il camion. Quando cammino lungo il molo, mi prende in braccio e partiamo.

Facciamo un gioco con l’esperienza e il tempo a ogni lancio. Finora siamo a 4 minuti e 37 secondi. Entriamo e usciamo così velocemente che nessuno si lamenta. Finiscila con le imprecazioni e vai avanti con la pesca.


Potrebbe piacerti anche

Tom Keer

Tom Keer

Tom Keer è uno scrittore pluripremiato che vive a Cape Cod, nel Massachusetts. È editorialista di Upland Almanac, collaboratore della rivista Covey Rise, collaboratore sia di Fly Rod and Reel che di Fly Fish America e blogger per il programma Take Me Fishing della Recreational Boating and Fishing Foundation. Keer scrive regolarmente per oltre una dozzina di riviste all’aperto su argomenti relativi alla pesca, alla caccia, alla nautica e ad altre attività all’aperto. Quando non stanno pescando, Keer e la sua famiglia cacciano uccelli di montagna sui loro tre setter inglesi. Il suo primo libro, a Fly Fishers Guide to the New England Coast, è stato pubblicato nel gennaio 2011. Visitatelo a www.tomkeer.com o a www.thekeergroup.com.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *