Take Me Fishing – Ottieni la tua licenza di pesca nel modo più semplice

Durante le tue battute di pesca in famiglia, se i tuoi figli ne tirano uno, una rapida foto potrebbe essere il prossimo obiettivo. Tuttavia, potrebbe esserci una certa ansia su come e dove tenere alcuni pesci. Gli strumenti per la pesca a pinza possono aiutare.

Ecco perché:

1. Sicurezza del pescatore. Se l’esca ha ancorette e il combattimento è stato mantenuto breve per migliorare lo sforzo di cattura e rilascio, lanciare un pesce può essere un po’ complicato anche per i pescatori esperti. E non tutti i pesci possono essere “con le labbra” come un persico trota; alcune specie, come il luccio, hanno denti formidabili.

2. Sicurezza dei pesci. I pesci sembrano intuire se c’è un’opportunità per scappare. Se il pescatore armeggia per proteggere il pesce, è probabile un altro grande scossone o due. Tuttavia, se tenuto saldamente e saldamente, dovrebbe esserci una breve distensione.

3. Fiducia del bambino. Alla fine, un giovane pescatore vorrà provare a fare le cose senza aiuto. Questi strumenti di pesca possono potenziarli durante un evento molto eccitante e ricco di azione.

4. Funzioni utili. Assicurati di avere una pinza per pesci con un cinturino da polso per ridurre la probabilità che cada fuori bordo. Alcuni modelli hanno anche una bilancia integrata per una rapida misurazione del peso. La pinza di mio figlio ha un metro a nastro attaccato, se riesce a ricordarsi di usarlo.

Per la tua prossima battuta di pesca in famiglia, considera l’acquisto di una pinza per pesci. Per alcune situazioni può solo aiutare te e i tuoi figli a mostrare il vostro #FirstCatch!


Potrebbe piacerti anche

Andy Whitcomb

Andy Whitcomb

Andy è uno scrittore all’aperto (http://www.justkeepreeling.com/) e papà stressato ha contribuito con oltre 380 blog a takemefishing.org dal 2011. Nato in Florida, ma cresciuto sulle rive degli stagni delle fattorie dell’Oklahoma, ora insegue lucci, spigole e steelhead in Pennsylvania. Dopo aver conseguito una laurea in zoologia presso l’OSU, ha lavorato in incubatoi ittici e come tecnico di ricerca sulla pesca presso l’OSU, Iowa State e Michigan State.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *