Ti allunghi prima di pescare?

Dovresti! Certo, un pomeriggio di pesca non è lo stesso tipo di sfida atletica di una partita di basket o di triathlon, ma puoi comunque farti male se non ti allunghi. E una volta che sviluppi un dolore cronico al braccio o alla schiena, è una battaglia in salita per ritrovare la tua forma di pesca di punta.

Sono attualmente in una battuta di pesca nel Saskatchewan settentrionale (www.athabascalake.com), inseguendo enormi lucci del nord con le canne da mosca. Credimi, un luccio da 43 pollici fornisce una scossa che spara attraverso l’asta e su per il mio braccio quando martellano una mosca. Quindi ogni giorno, faccio alcuni allungamenti per evitare di infortunarmi.

Per prima cosa, raddrizzo il braccio lungo il fianco e sollevo le dita in modo che il palmo della mano sia rivolto verso il pavimento. Solleva 10 volte e mantieni l’allungamento con le dita rivolte in avanti. Quindi, fai lo stesso allungamento al contrario, piegando il polso all’indietro e puntando le dita dietro di te. Quello che fa è allungare l’avambraccio, che è dove si sente molto stress… non solo quando lanci, ma anche quando combatti con i pesci. Molti pescatori si lamentano del “gomito da pesca” (che è lo stesso del gomito del tennista), e questo può essere ridotto al minimo facendo questo tratto prima di pescare e durante il giorno.

È anche fantastico allungare la schiena. Il solito piegarsi e toccarsi le dita dei piedi è un buon punto di partenza. Mi piace anche torcere delicatamente il busto, solo per sciogliere i muscoli della schiena.

Un altro punto importante: a volte ci concentriamo così tanto sulla pesca che vogliamo lanciare, dopo aver lanciato, dopo aver lanciato. E quando la pesca è davvero buona, vogliamo combattere il pesce, dopo il pesce, dopo il pesce…

Il che è fantastico, ovviamente. Ma è meglio prendersi una pausa ogni tanto e allungare le mani, le braccia e la schiena. La pesca è una ricreazione, dopo tutto (beh… per la maggior parte di noi lo è). Più ti avvicini alla tua pesca come una maratona, e non come uno sprint, meglio ti sentirai e più è probabile che continuerai a farlo.


Potrebbe piacerti anche

Kirk Deeter

Kirk Deeter

Kirk Deeter è un editore generale di Field & Stream e ha co-scritto The Little Red Book of Fly Fishing con il compianto Charlie Meyers.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *