Ulteriori informazioni sui suggerimenti per la sicurezza del kayak in acqua fredda

Mentre alcune parti del paese possono praticare la pesca sul ghiaccio, la Pennsylvania sta vivendo un inverno molto più caldo rispetto allo scorso anno. Finora. L’acqua in movimento di molti ruscelli e fiumi rimarrà aperta anche quando stagni e laghi geleranno con un piede di ghiaccio. Ciò significa che c’è ancora l’opportunità per alcune divertenti escursioni in kayak, purché vengano seguiti i suggerimenti per la sicurezza in acque fredde:

1. Controlla il tempo. L’acqua fredda è sufficiente. Meglio evitare anche vento e pioggia/nevischio.

2. Non andare da solo. È difficile mettere in fila gli orari e adoro un’uscita in kayak da solista, ma quando l’acqua diventa fredda c’è sicurezza nei numeri.

3. Fai conoscere agli altri i tuoi piani. La signora, un vicino o un amico dovrebbero sapere dove stai andando, il tuo tempo di ritorno stimato e il tuo numero di cellulare. Per lo meno, lascia un biglietto esposto sul cruscotto del tuo camion nell’area di parcheggio, solo in caso di emergenza.

4. PFD. Altamente consigliabile tutto l’anno per i kayak, è la legge in Pennsylvania dopo il 1° novembre. Questo rimane in vigore fino al 30 aprile, quando l’acqua inizia un serio riscaldamento. Controlla i regolamenti sui kayak per il tuo stato.

5. Vacci piano. Usa un po’ di cautela in più facendo attenzione ai massi, ai rami degli alberi o alla scia del motoscafo.

6. Controlla di nuovo il tempo. Scommetto che è già cambiato.

Amo l’acqua, ma secondo i miei rigorosi tempi, posizione e temperatura. Oltre a creare un cattivo umore, lo shock dell’acqua fredda può verificarsi in acqua a 50 gradi. 3 minuti in acqua fredda possono essere sufficienti per assorbire l’energia del nuoto. Assicurati di controllare le normative nautiche statali per assicurarti di stare al sicuro e di seguire la legge. E dai un’occhiata ai nostri ulteriori suggerimenti per la sicurezza dell’acqua fredda.


Andy Whitcomb

Andy Whitcomb

Andy è uno scrittore all’aperto (http://www.justkeepreeling.com/) e papà stressato ha contribuito con oltre 380 blog a takemefishing.org dal 2011. Nato in Florida, ma cresciuto sulle rive degli stagni delle fattorie dell’Oklahoma, ora insegue lucci, spigole e steelhead in Pennsylvania. Dopo aver conseguito una laurea in zoologia presso l’OSU, ha lavorato in incubatoi ittici e come tecnico di ricerca sulla pesca presso l’OSU, Iowa State e Michigan State.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *