Un modo semplice per raggiungere il pesce

Inizialmente, non ero un fan del kayak. Ho pensato che l’uso di un kayak per la pesca avrebbe richiesto un set di abilità aggiuntivo. Ho pensato che sarebbe stata una piattaforma ribaltabile che avrei facilmente inondato, e che nel complesso sarebbe stato un dolore al collo. In quei giorni non avrei fatto parte di loro, ma poi un amico mi ha mostrato il suo kayak a pozzetto aperto e a spigolo duro. Sono entrato, ho remato e pescato. Dopo quella prima esperienza non ho mai guardato indietro.

Ci sono molte opzioni quando si tratta di pescare in kayak e offrono un ottimo rapporto qualità-prezzo se stai cercando di pescare in luoghi che si trovano tra il guado e la tua barca. Alcuni ti siedi mentre altri ti siedi (chiamato sit-atop). Alcuni sono azionati da pagaie, alcuni sono azionati da pedali (che muovono le pagaie) e alcuni sono azionati da piccoli motori per pesca alla traina. Alcuni di loro hanno attrezzature specializzate per semplificare la vita, e quei portacanne, comodi sedili e persino pontoni tornano utili ad un certo punto. Potresti non pensare che queste caratteristiche siano importanti, ma se le ottieni ti chiederai come hai fatto a farne a meno.

Il mio kayak mi consente di pescare in alto in un estuario, in aree molto fangose ​​(e dove affonderò fino al ginocchio) e attraverso campi di massi che ospitano pesci e distruggono oggetti di scena. In quelle aree posso scegliere il mio approccio. A volte vado alla deriva, altre volte tiro il kayak su una sponda e guado, o mi picchettarò in modo da poter rimanere su un branco di pesci. Mi muovo nell’ombra della furtività non perché sono particolarmente silenzioso; il mio kayak lo è.

Non fraintendetemi, la mia barca non è in vendita. Ma con il kayak non devo prestare attenzione quando scendo da una rampa. E oltre a gettarci sopra un telo, non è necessario l’inverno.

Non ho usato il mio kayak in tutti i tipi di acque, ma ho pescato da esso in sistemi fluviali di acqua salata, in pianura, lungo le spiagge, lungo i campi di massi e su laghi e stagni d’acqua dolce. Mi ha aperto molte zone di pesca precedentemente chiuse e gliene sono grato. Ora è un buon momento per cercare un kayak; molti negozi che li affittano durante la stagione li vendono per un grande sconto. Sono passati dieci anni da quando ho ricevuto il mio primo kayak e sono felice di averlo fatto.


Potrebbe piacerti anche

Tom Keer

Tom Keer

Tom Keer è uno scrittore pluripremiato che vive a Cape Cod, nel Massachusetts. È editorialista di Upland Almanac, collaboratore della rivista Covey Rise, collaboratore sia di Fly Rod and Reel che di Fly Fish America e blogger per il programma Take Me Fishing della Recreational Boating and Fishing Foundation. Keer scrive regolarmente per oltre una dozzina di riviste all’aperto su argomenti relativi alla pesca, alla caccia, alla nautica e ad altre attività all’aperto. Quando non stanno pescando, Keer e la sua famiglia cacciano uccelli di montagna sui loro tre setter inglesi. Il suo primo libro, a Fly Fishers Guide to the New England Coast, è stato pubblicato nel gennaio 2011. Visitatelo a www.tomkeer.com o a www.thekeergroup.com.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *