Una barca per ogni budget

Non mancano barche che costano tanto – se non di più – di una casa americana media. Alcuni di questi sono navi della lista dei desideri che pochi di noi alla fine possederanno. Ma ci sono barche per tutte le tasche. E alcuni forniscono soluzioni a quelli di noi che cercano una prima barca o una che libera i nostri budget per acquistare più attrezzatura. Ecco alcuni punti da considerare quando si acquista una barca, nonché informazioni sui produttori specializzati in essa.

Trovare uno scafo che corrisponda alla tua esperienza di pesca è importante. Gli scafi a V modificati o profondi sono ideali per affettare una braciola mentre un lavoro a fondo piatto o una jon boat sfiora la superficie. Le barche senza liner sono più leggere e ciò significa che sono necessari fuoribordo più piccoli per spostarle. Anche le barche che richiedono semplici rimorchi a cuccetta offrono un ottimo rapporto qualità-prezzo, con un costo inferiore rispetto a quelle che richiedono combinazioni di rulli/cuccette, sistemi di frenatura o pneumatici doppi.

Uno skiff

Anche l’acquisto di una barca usata è un’opzione. Di solito ci sono un numero enorme di ottime opzioni sul mercato. Il periodo dell’anno gioca un ruolo significativo nel prezzo negoziato e l’autunno è un ottimo momento per cercare una barca usata (molti proprietari interessati a vendere le loro barche preferiscono venderle da settembre a novembre, quindi non hanno bisogno di svernare o mantenerli). I nuovi proprietari possono trovare grandi valori ed è una situazione vantaggiosa per tutti.

Ci sono molti modi in cui le aziende nautiche innovative hanno creato grandi barche entry-level. Eastern Boats, ad esempio, ha lavorato su uno scafo a V modificato e ha aggiunto un progetto di pescaggio basso. Hanno aumentato il bordo libero, creato un rivestimento interno stampato in composito e arrotondato lo spigolo. Le loro barche offrono una guida fluida che gestisce il buon mare e può accedere all’acqua magra.

Coppia di skiff

Gli skiff marittimi sono un’altra opzione che presenta una griglia in fibra di vetro riempita di schiuma che aggiunge rigidità allo scafo. La rigidità riduce il martellamento associato alle condizioni difficili e poiché gli Skiff non hanno una scarpetta, il loro peso complessivo è ridotto. Di conseguenza possono essere alimentati con fuoribordo di potenza inferiore.

Le barche Stur-Dee sono di lunghezza da breve a moderata, variabile tra 10 e 16 piedi. I loro scafi hanno schiuma per galleggiare nelle loro fodere e scafi in fibra di vetro posati a mano. I dettagli delle finiture in mogano e teak vestono la barca senza aggiungere un’enorme quantità al costo.

I Carolina Skiffs sono barche a fondo piatto che presentano travi larghe e nessuna fodera. Sono barche da lavoro in fibra di vetro che possono funzionare in quattro pollici di acqua. E poiché sono così semplici, funzionano con fuoribordo a bassa potenza.

Quindi c’è davvero una barca per tutte le tasche. E se si considera il divertimento che offrono ai loro proprietari e all’equipaggio, valgono ogni centesimo.


Tom Keer

Tom Keer

Tom Keer è uno scrittore pluripremiato che vive a Cape Cod, nel Massachusetts. È editorialista di Upland Almanac, collaboratore della rivista Covey Rise, collaboratore sia di Fly Rod and Reel che di Fly Fish America e blogger per il programma Take Me Fishing della Recreational Boating and Fishing Foundation. Keer scrive regolarmente per oltre una dozzina di riviste all’aperto su argomenti relativi alla pesca, alla caccia, alla nautica e ad altre attività all’aperto. Quando non stanno pescando, Keer e la sua famiglia cacciano uccelli di montagna sui loro tre setter inglesi. Il suo primo libro, a Fly Fishers Guide to the New England Coast, è stato pubblicato nel gennaio 2011. Visitatelo a www.tomkeer.com o a www.thekeergroup.com.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *