Una comunità del molo

Non ho intenzione di battere le alghe: amo mangiare il pesce. Ad essere sinceri, questo è ciò che mi ha attratto della pesca. Voglio dire, perché comprare la mucca quando posso avere il pesce gratis?

Una volta, un uomo ha detto a Chelsea che la pesca era solo una scusa per sedersi e bere birra lontano dalla famiglia. Fortunatamente per me, non bevo birra e voglio praticamente che i miei figli siano sempre in giro. Fa tutto parte di ciò che rende tutto ciò che faccio divertente.

La pesca non è qualcosa che la mia famiglia ha sempre fatto. Da bambino, gli amici dei miei genitori ci hanno invitato a pescare e andare in barca circa tre volte che posso ricordare. I ricordi migliori sono stati sul fiume Columbia a Washington, dove abbiamo cercato un pesce preistorico chiamato storione. È stato divertente scendere sulla barchetta e guardare la mia lenza allontanarsi con la corrente.

Ma questo è per quanto riguarda la mia lenza. Ora devo ricominciare da capo e capire di nuovo i dettagli. Dopo un successo campeggio nelle SierrasHo imparato che amo la pesca alla trota. Ho anche imparato che la pesca era qualcosa che potevo imparare e trasmettere ai ragazzi in modo relativamente semplice… così potevamo avere una scusa per sederci e bere latte al cioccolato.

Vivendo a San Diego, non ho sempre la possibilità di viaggiare con i ragazzi sulle montagne del nord della California. Quello che ho è un certo numero di moli da cui è facile pescare e accessibili sia ai principianti che ai professionisti. I moli costieri pubblici sono liberi di pescare in California, a condizione che si rispettino le regole di dimensionamento e quantità del pesce.

Chelsea ed io abbiamo fatto le valigie e siamo partiti per Oceanside per provare le sue possibilità di pesca. Ho subito imparato che c’era un chiaro compromesso tra il mio nuovo tipo di pesca e la pesca alla trota.

Ogni ora che ho risparmiato guidando verso il molo invece che in montagna era un’ora che avrei speso tenendo un palo e sperando che un pesce venisse ingannato dalla mia esca per calamari. Inoltre, non avevo idea di che tipo di pesce avrei catturato.

A differenza della solitudine delle montagne, dove il mio unico compagno era la brezza fresca e il sussurro dei pini, il molo era affollato e animato da ogni tipo di pescatore. Alcuni avevano pali semplici e altri fantasiosi. Alcuni sono arrivati ​​con un singolo e altri con otto nella speranza di migliorare le loro probabilità. Ho anche imparato che una sedia era lo strumento del saggio qui. Il mio più grande takeaway che ho pescato per la prima volta sul molo è stato questo: se sei totalmente impreparato, vai al negozio del molo. In mezzo al molo c’era un piccolo negozio dove vendevano esche, secchi per metterle dentro, ganci, piombi e persino canne a noleggio. Abbiamo portato il nostro, ma abbiamo seguito il consiglio del marinaio che ci ha chiamato: “Vai fino in fondo al molo. Sul lato destro. Gli sgombri stanno mordendo”.

Ci ha anche fornito un volantino che identificava il pesce generalmente catturato sul molo e i limiti di dimensioni e quantità per ciascuno. Sui pochi moli in cui ho passato del tempo, ho scoperto che la fine sembra essere dove si trova, e i ragazzi del posto sono pieni zeppi di conoscenze che sono felici di condividere. Oltre a ciò, è tutta una questione di pazienza e tempismo. Molti pescatori credono che il momento migliore per andare sia quando l’acqua cambia direzione dalla bassa marea all’alta e che i moli più vecchi siano migliori per la pesca rispetto ai moli più nuovi perché i cirripedi consolidati attirano i pesci nell’area.

Essere così vicini alla civiltà significava anche che i ragazzi – per quanto entusiasti fossero all’inizio – avevano una tavola calda nelle vicinanze per rinvigorire i loro spiriti. Ecco a cosa servono i frullati di cioccolato e le patatine fritte, giusto? Quanto a me, ho avuto modo di avviare una conversazione con il mio vicino di molo e di sapere che era in città dal Missouri per un matrimonio e sperava di catturare un pesce dall’Oceano Pacifico.

E poi mi ha colpito. Questa era una specie di comunità, tutta costruita attorno all’amore e alla gioia derivati ​​dalla pesca. Così tanti tipi diversi di persone sono venuti al molo per incontrarsi con gli amici e fare una fila… o dieci. Aspettavano e camminavano avanti e indietro, parlando delle loro vite personali, degli sport o del pesce che avevano “catturato” il giorno o la settimana prima e che ora sembravano misteriosamente sfuggire loro. Alcuni leggevano un libro e altri ascoltavano le radio portatili mentre erano seduti su una sedia, ma ognuno di loro sembrava far parte di una comunità più ampia a cui avevano giurato fedeltà con un’asta e un’asta. Ed eccomi lì… ad aspettare il mio pesce.

Sono riuscito a catturare un tipo speciale di pesce noto alla gente del posto come “palo coperto di cirripedi”. Non sono sicuro di come sia questo tipo di pesce, ma posso dire che era MOLTO forte e ha preso non solo la mia esca, ma anche il mio amo e il mio peso. Piccolo bastardo avido. Ad ogni modo, questa comunità del molo mi ha conquistato. La prossima volta, però, tornerò con una sedia per me e per i ragazzi… e una borsa termica. Quelli intelligenti avevano i refrigeratori. Con il latte al cioccolato, ne sono sicuro.

Se qualcuno di voi sta cercando di trovare un senso di comunità, vi incoraggio a non guardare oltre la pesca. Un ottimo punto di partenza per i genitori è TakeMeFishing.org, dove hanno un elenco dei migliori posti per pescare e andare in barca per famiglie del 2017 in tutto il paese. Preparati ad essere agganciato!


Potrebbe piacerti anche

Nate e Chelsea Day

Nate e Chelsea Day

Sostenitori della vita familiare audace, Nate e Chelsea Day credono che i piccoli momenti abbiano un grande impatto. Sul loro blog, Un giorno impareròcondividono attività avventurose con i loro tre ragazzi (che presto avranno quattro anni!). Nate offre una paternità pratica e un approccio schietto alle sfide della vita. Chelsea aggiunge colore con istruzioni creative e commenti sulla vita dura in un’era moderna. Il blog culmina in un diario umoristico che racconta le imprese quotidiane della famiglia.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *