Un’ode al fanatico del torrente del Texas e al basso maculato nativo | Rivista Hatch

Da bambino cresciuto nel Texas orientale, posso contare su una mano le volte in cui ho pescato attivamente nelle abbondanti piccole insenature e infiltrazioni che scorrevano nel grande e fangoso fiume Sabine vicino a casa mia. C’erano molte ragioni per questo, non ultima era che la maggior parte di questi piccoli percorsi erano nascosti su terreni privati, dove i proprietari si affrettavano a postarli contro i trasgressori o, altrettanto spesso, a arginare per creare abbeveratoi buche per bovini Brahma o Angus o stagni di fattoria privati ​​riforniti di spigole e panfish.

C’erano un paio di ruscelli “urbani” che scorrevano attraverso la nostra piccola città, ma l’accesso era difficile e, francamente, quando mi prendevo la briga di pescare, era quasi sempre deludente. Pesce piccolo. Acqua fangosa e inquinata. Era più facile e più produttivo sconfinare in un piccolo stagno di quartiere sul terreno di una vecchia villa abbandonata (e decisamente infestata) e correre il rischio con i passeggeri che saltavano sui binari che viaggiavano in treno merci nel Texas degli anni ’80.

Inoltre, la pesca in torrente… è una cosa da montagna. Una cosa da trota. Lo faccio ancora oggi: è il mio tipo di pesca preferito. Camminare e guadare un ruscello di montagna freddo e limpido in cerca di trote selvatiche in mezzo alla carta da parati alpina è difficile da battere.

Ma, a dire il vero, se avessi accesso a una macchina del tempo, tornerei indietro e troverei un modo per far sapere a me stesso di 12 anni che mi stavo perdendo. Mi direi che ci sono creek freaks nel Texas orientale, e ci sono pesci – anche pesci davvero decenti – pronti e disposti a essere catturati da chiunque riesca a trovare il coraggio di entrare nel fresco, all’ombra della foresta ruscelli che scorrono appena un po’ macchiati e scuri attraverso i boschi di pini.

Una spigola maculata nativa - pesca con la mosca del Texas

Un basso maculato nativo (foto: Chris Hunt).

Che mi ci siano voluti circa 40 anni per capirlo è un po’ vergognoso. Ma grazie al mio amico Rob McConnell, autore di “Pesca a mosca il Sam“Ora so cosa avrei voluto sapere quando ero giovane e troppo ingenuo per essere terrorizzato da teste di rame, bocche di cotone e tartarughe giganti azzannatrici di alligatori. La pesca al torrente nelle terre selvagge del Texas orientale è una cosa. E la pesca è buona. Veramente Buona.

Un paio di settimane fa, Rob e io ci avventurammo in un affluente del fiume San Jacinto su un raro appezzamento di terreno pubblico nel Texas orientale: la Sam Houston National Forest. Il torrente scorre a circa un’ora a nord di Houston attraverso un bellissimo tratto di boschi di pini e querce vicino alla cittadina di Coldspring. La vera attrazione per la maggior parte dei pescatori, però, non è la sottile forcella del San Jacinto. È la regione dei bassi e i vicini sequestri del Lago Livingston e del Lago Conroe attirano pescatori con attrezzi da tutta la regione.

La pesca del torrente sul “Sam?” C’è un piccolo culto dei creek freak, di cui Rob potrebbe essere il riluttante Grand Poobah. Questi pescatori senza ego mettono insieme canne da mosca da 3 pesi e fantasmi nei boschi per inseguire i pesci nell’acqua che, in molte aree, possono essere facilmente calpestati. E no, queste persone non stanno catturando pesci giganti: considera l’ambiente. Mentre i pescatori potrebbero trovare un vero persico trota nelle piccole insenature nascoste nei boschi, quel pesce non sarà di qualità da trofeo. Invece, ottengono soddisfazione dal fatto che, a parte il suddetto largemouth, la maggior parte dei pesci che portano a portata di mano sono veri nativi del Texas. Pesce luna dal petto rosso, pesce luna dalle orecchie lunghe, pesce gatto del canale e spigola maculata autoctona. Questi ultimi sono i modesti trofei dei boschi del Texas orientale: esuberanti e aggressivi, daranno un tocco di apprezzamento a una canna da mosca leggera e sono bei pesci che hanno forgiato la loro piccola forchetta nell’albero genealogico del black bass americano .

Tecnicamente originario del sud del Kansas, a sud del Texas costiero e ad est del West Virginia, il branzino maculato del sud-est del Texas si è adattato alle acque correnti della regione, dal Sabine al Neches e ad ovest fino a Trinity e San Jacinto. Nell’acqua veramente piccola – come il piccolo ruscello che io e Rob abbiamo pescato – la spigola si comporta in modo molto simile agli altri pesci predatori in acque piccole, comprese le trote. Non evitano la corrente e colpiscono mosche secche, ninfe e piccole stelle filanti. La mosca preferita di Rob, lo scoiattolo di San Jac, imita qualsiasi cosa, da una ninfa libellula che nuota a un pesce esca. I bassi maculati delle tranquille insenature della Sam Houston National Forest li adorano assolutamente. Ma, nel corso di due giorni trascorsi a pescare in acque piccole nel sistema di San Jacinto, abbiamo catturato spigole maculate su qualsiasi cosa, dagli streamer articolati alle mosche da trota oneste, come un Parachute Adams (no, non sto scherzando).

Le mosche sfrenate del torrente del Texas

Le mosche da freak del Texas Creek (foto: Chris Hunt).

La spigola maculata non deve essere confusa con la spigola di Guadalupe, una sottospecie molto più annunciata di spigola nera che si trova nelle insenature e nei torrenti delle colline del Texas. Mentre la spigola di Guadalupe gode dell’onore di essere il pesce di stato designato del Texas, la spigola maculata dei boschi di pino viene spesso dimenticata come un ripensamento della pesca. In genere non sono presi di mira dai pescatori che cercano di raccogliere pesce perché, beh, non diventano così grandi: un branzino maculato lungo un piede è una rarità al di fuori di un grande bacino idrico dove competono con il loro grande bocca grande, ceppo della Florida cugini. In effetti, il record statale del Texas per la spigola maculata è di un modesto 5,56 libbre, e proveniva da Lake o’ the Pines nel nord-est del Texas nel lontano 1966. Per fare un confronto, il record statale della spigola trota ha registrato un record di 18,18 libbre ed è stato catturato a Lake Fork nel 1992.

Ma per gli accaniti pescatori di piccoli ruscelli, il basso maculato colpisce al di sopra della sua classe di peso. È acrobatico, incline a salti dall’acqua. Ma può anche essere un bulldog e legare un pescatore dilatatore nella struttura, come borre di radici sotterranee. Il suo miglior attributo è la sua natura aggressiva: come molti pesci predatori in acque piccole, odia assolutamente vedere un pasto scappare. Molti dei pesci che abbiamo portato a portata di mano colpiscono le mosche proprio mentre stavano per essere strappati dalle acque più profonde e nelle secche. I pesci opportunisti afferravano le mosche sull’altalena e sulla striscia, ma gli piacevano davvero le mosche che sembravano sul punto di ritirarsi in salvo.

La pesca del branzino maculato e dei loro fratelli nativi nelle piccole acque della Sam Houston National Forest ricordava un arrancare di trote nell’entroterra, meno le viste maestose di cime scoscese e lo scioglimento della neve ghiacciata. Invece, il baldacchino di pini, querce e sicomori ombreggiava il piccolo ruscello e l’acqua che si raccoglieva da un numero incalcolabile di fresche sorgenti si raccoglieva per creare l’habitat ideale per questi pesci autoctoni. No, il paesaggio non è così drammatico, ma non è meno sbalorditivo per gli occhi di un pescatore confermato di piccoli ruscelli.

E, grazie a Rob, sono arrivato allo stato di freak del Texas Creek, qualcosa che vorrei essere stato in grado di realizzare tutti quegli anni fa, quando vivevo tra gli alti pini nella regione fluviale della regione. Aggiungi il fatto che ci sono alcuni tratti di terra pubblica lungo il lato est del Lone Star State, e mi ha incuriosito la pesca di piccoli ruscelli altrove nell’area.

C’è solo un modo per scoprirlo, giusto? Mi avventurerò presto di nuovo nei familiari boschi di pini del Texas orientale e lascerò giocare il bambino interiore di 12 anni che era solito passeggiare nei boschi.

Meglio tardi che mai, giusto?

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *