usa la testa (nessun gioco di parole)

Molto tempo fa Mark Twain disse: “Il buon senso non è poi così comune”. Dal momento che questa prossima settimana è la National Safe Boating Week – 21 – 27 maggio 2011 – quelle parole suonano forti e vere.

A meno che tu non viva in una regione tropicale dove la nautica è un’attività tutto l’anno, molti di noi si arrugginiscono in bassa stagione. In autunno molti di noi rivolgono la nostra attenzione alla caccia e in inverno potremmo passare alla pesca sul ghiaccio o allo sci. Quando arriva la primavera e il tempo si fa bello, i nostri pensieri si rivolgono alla nautica. Andare in barca è come andare in bicicletta, è vero, ma le nostre capacità probabilmente si sono un po’ arrugginite con la mancanza di utilizzo. Esercitati a rimorchiare la tua barca, rivedi i manuali operativi per plotter cartografici, ecoscandagli e stazioni radio. Un rapido aggiornamento li porta in primo piano nella nostra mente. Recentemente ho sentito la storia di un diportista che ha attaccato un ugello a una pompa di benzina in un portacanna e ha riempito la sua sentina con cento dollari di regolare.

Tornare nel vivo delle cose non è difficile e un buon punto di partenza è con un’ispezione di sicurezza. Gli agenti della Guardia Costiera degli Stati Uniti offrono ispezioni convenienti. Controlla le tue cime, i tuoi parafanghi, la tua ancora e assicurati di avere un kit con un bagliore, un fischietto e uno specchio.

I salvagente hanno fatto strada negli ultimi anni. Mentre controlli per abbinare il numero al numero di passeggeri, assicurati anche che lo stile si adatti alle dimensioni e al peso del tuo equipaggio. Nel 2009, l’annegamento è stata la prima causa di vittime della navigazione. I giubbotti di salvataggio sono più leggeri e confortevoli che mai e molti hanno dispositivi di gonfiaggio automatici di CO2. Indossarli a bordo in condizioni difficili ha senso e tenerli a portata di mano è un’ottima idea. Averli seppelliti in un portello sotto ancore e attrezzi non aiuta la causa.

Anche le regole della strada dovrebbero essere aggiornate. La maggior parte dei diportisti sbadiglia al pensiero di sedersi con il libro di Chapman, ma quante volte sei in acqua dove assisti a un altro diportista che viola le regole più elementari? I diportisti di lunga data dovrebbero trasmettere le loro conoscenze ed esperienze insieme ad altri membri sulla loro barca. Saranno pronti a prendere con successo il timone in un attimo. Oppure prova un corso online attraverso la US Coast Guard Boating Safety Division su www.uscgboating.org o presso il National Safe Boating Council su www.safeboatingcouncil.org.

Molti di noi hanno sentito dire che la parola BOAT è l’acronimo di “Break Out Another Thousand”. A volte è vero, ma il più delle volte portare la nostra barca fuori dal letargo richiede alcuni semplici compiti. I problemi elettrici da luci del rimorchio difettose a radio marine non funzionanti possono essere facilmente corretti ricablando i collegamenti elettrici. L’acqua ha un modo di corrodere quasi tutto nel tempo, e mentre stai ricablando la tua connessione radio perché non sostituirli tutti? Un’altra buona idea è installare nuovi pannelli dell’interruttore. La sostituzione dei pannelli e delle batterie ogni pochi anni, indipendentemente dal fatto che ne abbia bisogno o meno, riduce le possibilità di guasto. La sostituzione dei filtri, come quelli del carburante, dell’olio e della pompa dell’acqua, fa fare le fusa al motore come un gattino. E se stai rimorchiando la tua barca, controlla i rulli, le cuccette e i mozzi. Il ripetuto processo di varo e carico offre alle parti del rimorchio l’opportunità di corrodersi.

La ripetizione è il modo più semplice per raggiungere la padronanza e, seguendo i movimenti, avrai una stagione nautica sicura.


Potrebbe piacerti anche

Tom Keer

Tom Keer

Tom Keer è uno scrittore pluripremiato che vive a Cape Cod, nel Massachusetts. È editorialista di Upland Almanac, collaboratore della rivista Covey Rise, collaboratore sia di Fly Rod and Reel che di Fly Fish America e blogger per il programma Take Me Fishing della Recreational Boating and Fishing Foundation. Keer scrive regolarmente per oltre una dozzina di riviste all’aperto su argomenti relativi alla pesca, alla caccia, alla nautica e ad altre attività all’aperto. Quando non stanno pescando, Keer e la sua famiglia cacciano uccelli di montagna sui loro tre setter inglesi. Il suo primo libro, a Fly Fishers Guide to the New England Coast, è stato pubblicato nel gennaio 2011. Visitatelo a www.tomkeer.com o a www.thekeergroup.com.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *